Come identificare l'età della tua Barbie
Come identificare l’età della tua Barbie
Moda

Come identificare l’età della tua Barbie

La Barbie
La Barbie

Quanti anni ha la tua Barbie? Un po' di storia per conoscere l'evoluzione di questa bambola. Impara come definire l'epoca cui appartiene.

Era il 1959 quando Mattel, Inc. creò la bambola Barbie, una rivoluzione nel mondo ludico. Ruth Handler la ideò pensando a una donna alla moda, diversa dalle solite bambole: la nuova doll avrebbe avuto fattezze adulte e uno stile impeccabile. Nel corso degli anni, questa bambola è cambiata per essere sempre al passo con i tempi. Per questo è definita la fashion doll più desiderata e diffusa in tutto il globo, divenuta anche oggetto da collezione di valore.

Diversi tipi di Barbie

Nel 2001, la Mattel ha usato i colori sulle confezioni per distinguere le varie tipologie di Barbie. Il colore rosa indica le bambole meno costose, con l’argento, l’oro, il platino e le etichette nere si designano le bambole da collezione. Per gli appassionati, ci sono diversi modi per identificare l’età della bambola.
Quelle Vintage sono apparse nel 1959-1966. Le Mod Barbie sono state prodotte a partire dal 1967 al 1973.

Le Superstar sono state prodotte nel 1977 e 1978, e la prima Barbie afroamericana, Julia, è stata fabbricata nel 1980. Le Collectible Barbie, come ad esempio le Holiday Barbie sono nate nel 1988. Il prodotto della linea più venduto è stata la Totally Hair Barbie, con capelli acconciabili lunghi fino ai piedi della bambola, distribuita nel 1992.

Come capirne l’età

1) Cercare il marchio sul lato destro dei glutei della bambola, per quelle prodotte fino al 1976. Così si potrà determinare la data di fabbricazione. Non fare affidamento sui marchi presenti sui bordi del collo, il lato interno delle braccia o delle cosce. Questi contrassegni indicano infatti il montaggio, e non rivelano l’età della bambola. Tuttavia, a partire dal 1977, bisogna cercare il marchio sulla parte inferiore della schiena e del collo.

2) Esaminare il corpo della fashion doll. Le prime, antecedenti il 1967, avevano il busto che non si poteva piegare.

In più, bisogna osservare il colore della pelle. La Barbie Ponytail del 1960 è stata la prima ad avere la plastica color carne, piuttosto che bianca, un colore innaturale. Inoltre, è utile osservarne bene il viso. Il primo modello prodotto aveva i tratti dipinti. Nelle successive, i lineamenti sono stati realizzati modellando il materiale plastico.

3) E’ necessario, poi, soffermarsi sulle acconciature, molto esplicative delle varie epoche, in quanto rappresentano le tendenze caratterizzanti, le mode, quindi gli anni di riferimento della bambola. Ad esempio, le prime bambole avevano una coda di cavallo. Negli anni ’70, la Superstar Barbie aveva una chioma bionda.

Nonostante non sembri invecchiare, Barbie è apparsa per la prima volta all’Esposizione Internazionale di Giocattoli di New York il 9 marzo 1959. Di strada ne ha fatta nei suoi quasi sessant’anni, promuovendo le tendenze del momento e un florido mercato di accessori unici, dall’abbigliamento alle sue indimenticabili case, ai suoi invidiabili compagni, come Ken, ai suoi fantastici mezzi di trasporto.

E’ la bambola più pubblicizzata di tutti i tempi, ancor più di una modella in carne e ossa!

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche