×

Covid, Galli: “Tamponato con test rapido 500 volte meno garantito di uno con tampone molecolare”

"Il sistema del controllo covid con il tampone rapido fa acqua da tutte le parti " ha affermato Galli durante la trasmissione "L'aria che tira"

Massimo Galli su tampone rapido covid

“Il tampone rapido lascia delle maglie molto più ampie e penetrabili di un tampone molecolare, è un sistema costoso e che fa acqua da tutte le parti” ha affermato l’infettivologo Massimo Galli.

Covid, l’affidabilità del tampone rapido

In seguito all’incremento del numero dei contagi covid – alcuni esperti prevedono che di questo passo potremmo arrivare a un picco di 30.000 a Natale – una delle riflessioni che più stanno animando i talk show ma anche le pagine dei quotidiani nazionali, è l’attendibilità dei tamponi rapidi.

Una questione non secondaria nell’ottica di nuove regole che potrebbero riguardare il Green Pass (il condizionale è d’obbligo perchè si tratta per lo più di ipotesi che non trovano al momento alcun riscontro ufficiale).

Covid, il tampone rapido tra controllo del territorio e falsi negativi

Secondo molti esperti infatti, il test antigenico è il punto debole del Green Pass in quanto presenta un 30% di falso negativo. D’altro canto però, le migliaia di farmacie che effettuano ogni giorni i tamponi rapidi, permettono un sistema di controllo del territorio difficilmente replicabile in altri ambiti.

Insomma, una questione di non poco conto che va ad aggiungersi a quella della necessità di una terza dose di vaccino per i vaccinati e dell’ipotesi di una riduzione dei mesi di validità del Green Pass.

Covid, Massimo Galli sul tampone rapido

Sulla spinosa questione del tampone rapido si è espresso anche Massimo Galli durante una suo recente collegamento con la trasmissione “L’aria che tira” su La7.

“Un tamponato con un tampone rapido – e io sono un fautore dei tamponi rapidi per tutta una serie di applicazioni – è probabilmente almeno 500 volte meno garantito di un tamponato con il molecolare” ha affermato l’infettivologo.

” Questo vuol dire che il tampone rapido lascia una rete a maglie molto più ampie e penetrabili di quelle di uno molecolare. E che il sistema, anche costoso, del controllo con i tamponi rapidi è un sistema che, appunto, fa acqua da tutte le parti ed è molto poco logico e molto poco giustificabile”.

Contents.media
Ultima ora