×

Covid, la Francia impone la quarantena per cinque paesi a rischio

Covid, la Francia impone la quarantena per cinque paesi a rischio, il provvedimento entrerà pienamente in vigore dal prossimo 24 aprile

L'aeroporto De Gaulle a Parigi

Covid, la Francia impone la quarantena obbligatoria di 10 giorni per cinque paesi a rischio. Il provvedimento riguarderà tutti i viaggiatori che provengano da Brasile, Argentina, Cile, Sudafrica e Guyana. Il motivo è evidente, si tratta dei paesi che, sia per l’attecchimento delle varianti che per i criteri di diffusione, secondo le autorità francesi rappresentano il maggiore vettore di rischio per nuove catene di contagio.

In particolare i governo transalpino sta monitorando la diffusione delle varianti al Covid-19, ragion per cui in queste ore ha annunciato il provvedimento. 

La Francia impone la quarantena: il caso Brasile

Nello specifico della linea di indirizzo generale vi sono altre indicazioni: per quanto riguarda i voli con Argentina, Cile e Sudafrica non cambia nulla, infatti sono mantenuti. Quelli dal Brasile invece sono di fatto sospesi fino al 23 aprile a seguito di una decisione presa da Parigi martedì scorso.

Lo scopo era frenare la propagazione della variante brasiliana che è considerata più contagiosa e letale. Un doppio provvedimento dunque nei confronti del paese carioca, che per il momento non può inviare vettori in Francia e che in futuro dovrà assoggettare i passeggeri alla quarantena. 

Problema varianti ed entrata in vigore

I collegamenti aerei con gli atri paesi restano e Parigi ha motivato la decisione “discrezionale” con il dato per cui negli altri paesi in indice la presenza delle varianti più pericolose non ha raggiunto i livelli allarmanti osservati in Brasile.

Quindi, a fare il sunto: i viaggiatori che arrivano da Argentina, Cile, Sudafrica e Guyana dovranno restare in isolamento 10 giorni, secondo una misura che gradualmente troverà piena operatività sabato 24 aprile, mentre quelli che vengono dal Brasile per il momento dovranno ancora scordarsi di andare in Francia fino al giorno prima dell’entrata in vigore della quarantena.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora