×

“Diritto di visita” dei nonni ai nipoti minorenni dopo la separazione dei genitori

Condividi su Facebook

È importante garantire la continuità del rapporto nonno-nipote attraverso il diritto di visita, come sancito anche dalla Corte di giustizia europea.

Diritto di visita dei nonni ai nipoti minorenni

I nonni sono delle figure di riferimento molto importanti per i nipoti, ma anche per i genitori, che spesso contano su di loro per la cura dei figli. Spesso hanno una presenza praticamente quotidiana nella vita della famiglia, ma quando le coppie “scoppiano” e i coniugi si separano, sono quelli che più soffrono della lontananza degli adorati nipotini e del non poterli più vedere con la frequenza di prima.

Anche i nonni godono del diritto di visita

Oggi il nostro codice di rito all’art 317 bis cc garantisce i rapporti con gli ascendenti, per mantenere rapporti significativi tra nipoti e nonni. La Corte di giustizia europea, inoltre, ha stabilito l’importanza di garantire la sussistenza del diritto di visita dei nonni nei confronti dei nipoti, precisando che il legislatore dell’Unione ha scelto l’opzione secondo cui nessuna disposizione doveva restringere il numero di persone possibili titolari di diritto di visita (sentenza 335/2017).

Quindi, a livello europeo si è fatta una scelta ben precisa di voler garantire da un punto di vista giuridico legale il diritto di visita della sfera familiare/parentale.

Quando un nonno non può più incontrare né trascorrere del tempo sufficiente alle esigenze dei nipoti minorenni, ci si può rivolgere al competente Tribunale, cioè il Tribunale per i Minorenni del luogo in cui risiedono i nipoti. Il Tribunale provvederà ad accertare i fatti e valuterà se la mancanza dei nonni costituisca un disagio per i minori dal punto di vista psicofisico.

Purtroppo, sono sempre di più i nonni che si rivolgono a noi specialisti per poter tutelare i minori e il rapporto che hanno con loro, e questo è un campanello d’allarme di un frequente malessere che affligge la sfera familiare quando si verifica la separazione tra i coniugi. In epoca precedente, fino a non molti anni fa, i nonni erano considerati molto importanti e pochi genitori si opponevano agli incontri e alle permanenze presso le loro abitazioni.

Anche in questo ambito, tutto sta cambiando, e perciò a livello europeo e internazionale tutto è stato cristallizzato. I nonni, quindi hanno avuto finalmente il riconoscimento di un “diritto di visita”.

LEGGI ANCHE:

L'avv. Valentina Ruggiero, esperta in diritto di famiglia, è nel direttivo del Telefono Rosa dal 1990 e coordinatrice vicaria per il Consiglio dell'Ordine per il Tribunale e Corte di Appello negli anni. Delegata all'Organismo Unitario dell'Avvocatura Italiana, membro e ideatore del Protocollo sulle spese extra dei minori presso il Tribunale di Roma. Impegnata come organizzatrice di eventi e corsi per il diritto di Famiglia, è stata per molti anni presidente di Roma dell'Osservatorio sul diritto di famiglia e da sempre avvocato molto attivo nella tutela dei minori, in particolare nei casi di sottrazione.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Valentina Ruggiero

L'avv. Valentina Ruggiero, esperta in diritto di famiglia, è nel direttivo del Telefono Rosa dal 1990 e coordinatrice vicaria per il Consiglio dell'Ordine per il Tribunale e Corte di Appello negli anni. Delegata all'Organismo Unitario dell'Avvocatura Italiana, membro e ideatore del Protocollo sulle spese extra dei minori presso il Tribunale di Roma. Impegnata come organizzatrice di eventi e corsi per il diritto di Famiglia, è stata per molti anni presidente di Roma dell'Osservatorio sul diritto di famiglia e da sempre avvocato molto attivo nella tutela dei minori, in particolare nei casi di sottrazione.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.