×

Fuga migranti ad Agrigento: 40 hanno lasciato il centro di accoglienza

Condividi su Facebook

I tunisini si sono sparpagliati lungo la Statale 115 e hanno poi scavalcato il guard-rail, disperdendosi nelle campagne circostanti.

fuga migranti Agrigento
fuga migranti Agrigento

Mentre l’Ue presenta il nuovo piano migranti, in Italia continuano i problemi legati alla fuga dai centri di accoglienza: l’ultimo caso riguarda la fuga di 40 migranti che hanno lasciato la struttura di Agrigento.

Fuga di migranti da Agrigento

Sono forse 40 i migranti fuggiti dal centro di accoglienza di Agrigento: il numero esatto di persone che hanno abbandonato il centro resta ancora da accertare. I tunisini hanno formato diversi gruppi, sparpagliandosi lungo la Statale 115. Poi hanno scavalcato il guard-rail, addentrandosi nelle campagne circostanti. Di molti migranti non si ha più alcuna notizia nel centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana, nell’Agrigentino. La fuga è avvenuta intorno alle 20.30 di lunedì 28 settembre.

Per riportare ordine e sicurezza nella zona sono intervenuti polizia, carabinieri ed esercito. I militari sono al lavoro per rintracciare i migranti in fuga. Stanno rastrellando la zona per cercare di individuare quante più persone possibili.

Non è la prima volta che le persone ospiti del centro di accoglienza riescono a fuggire. Solo agli inizi del mese di settembre, durante la fuga di un paio di migranti, un eritreo di 20 anni era stato investito, morendo sul colpo.

Tre poliziotti finirono all’ospedale di Agrigento e l’automobilista, un trentaquattrenne di Realmonte, venne arrestato. Nello stesso periodo diversi migranti si erano arrampicati sul tetto e sulle inferriate per protestare: “Vogliamo andare via”, dicevano.

Le testimonianze

Ho avuto paura, ero immobilizzato. Ho visto trenta, forse quaranta, migranti uscire di corsa da Villa Sikania”. A raccontarlo ad AgrigentoNotizie è Francesco Consiglio, un automobilista che ha assistito alla scena, vedendo davanti ai suoi occhi diversi migranti fuggire dal centro di accoglienza di Siculiana.

È stato terribile. La polizia urlava: “Chiudete i cancelli”, per poi inseguire queste persone che fuggivano da ogni parte“, è la testimonianza del signor Consiglio. “Ho chiuso l’auto e non sapevo che fare. Si è rischiata, ancora una volta, una tragedia, ha commentato.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.