×

Alberto Stasi, Cassazione rigetta revisione del processo per omicidio

Alberto Stasi è stato condannato per l'omicidio di Chiara Poggi: la Cassazione ha negato la revisione del processo.

alberto stasi cassazione

La Cassazione ha negato la revisione del processo a carico di Alberto Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco nel 2007. A ottobre scorso anche la Corte d’appello di Brescia aveva emesso il medesimo verdetto. La condanna ai danni dell’ex fidanzato della vittima a 16 anni di carcere resta dunque inequivocabile. 

Il processo Alberto Stasi

Alberto Stasi è stato condannato per avere ucciso l’ex fidanzata Chiara Poggi il 13 agosto 2007 a Garlasco. Era stato egli stesso ad avvertire i soccorsi e le forze dell’ordine, che avevano ritrovato la ragazza riversa a terra con il cranio fracassato. Le prove rinvenute nel luogo del delitto avevano spinto i giudici a disporre il fermo per omicidio volontario a suo carico, poi revocato per mancanza di prove. Agli appelli è arrivata l’assoluzione in primo, nel 2009, e secondo grado, nel 2011, in rito abbreviato.

La sentenza è stata tuttavia annullata nel 2013 e ribaltata un anno dopo, con la condanna a 16 anni di detenzione.

Cassazione dice no a revisione

Il verdetto sull’istanza di revisione del processo è stato emesso la sera di venerdì 19 marzo dalla I sezione penale della Suprema Corte, che evidentemente non ritiene ci siano prove sufficienti a riaprire il processo.

I numerosi tentativi di ribaltare l’esito del processo effettuati in questi anni non hanno avuto effetto.

La decisione della Cassazione conferma ancora una volta la responsabilità di Alberto Stasi al di là di ogni ragionevole dubbio“, ha detto ai microfoni dell’Adnkronos Gian Luigi Tizzoni, avvocato della famiglia di Chiara Poggi. 

Contents.media
Ultima ora