×

Ragazzo di 22 anni a Roma drogato e violentato dagli amici: “Mi hanno minacciato, credevo di morire”

Un ragazzo di 22 anni è stato drogato e violentato a Roma da alcuni suoi amici. Le violenze sono state riprese con il telefonino.

Polizia

Un ragazzo di 22 anni è stato drogato, violentato, picchiato e ricattato a Roma, in un appertamento a Colli Albani. “Credevo di morire” sono state le parole del giovane. Sono stati arrestati un venticinquenne e un trentaduenne.

Drogato e violentato a Roma: “Ho pensato di morire”

Il 12 ottobre scorso, un ragazzo di 22 anni, è stato drogato, violentato, picchiato e ricattato da due amici in un appartamento situato nella zona Colli Albani. Una violenza inaudita da parte di due persone che il 22enne reputava degli amici. La violenza è stata accompagnata da un ricatto. Il ragazzo non doveva raccontare quanto subito, se no avrebbero mostrato il video al suo fidanzato. Questo è quello che ha subito il ragazzo di 22 anni, partito da un paese del Sud Italia per cercare di trovare maggiore sostegno e comprensione per il suo orientamento sessuale.

Ha scelto la città di Roma, dove pensava di avere più possibilità di essere accettato. Dopo un po’ di tempo che era arrivato nella città ha conosciuto una persona e si è fidanzato.

Drogato e violentato a Roma: cosa è accaduto in zona Colli Albani

Il 22enne aveva le idee ben chiare, voleva semplicemente poter essere se stesso, e proprio per questo ha deciso di lasciare il suo paese del sud per trasferirsi a Roma, dove ha conosciuto una persona con cui si è fidanzato.

In una serata di ottobre, però, è rimasto vittima di una violenza che ha completamente sconvolto la sua vita. Una serata tra amici si è trasformata in un incubo. I due uomini lo hanno drogato e stuprato, fino a farlo finire in ospedale, dove i medici gli hanno dato una prognosi di venticinque giorni. Una violenza davvero incredibile, che ha portato all’arresto di un 25enne e di un 32enne, con l’accusa di violenza sessuale e lesioni.

Drogato e violentato a Roma: le indagini

Le indagini svolte dalla Polizia di Stato hanno portato all’arresto dei due uomini presenti nell’appartamento, uno di 25 anni e uno di 32 anni. Su di loro pende l’accusa di violenza sessuale e lesione. Quella notte, fatta di alcol e crack, probabilmente è stata inserita la droga dello stupro nel bicchiere del 22enne. Secondo quanto è stato ricostruito da Il Messaggero in base alle deposizioni della vittima, i due uomini lo avrebbero costretto ad intrattenere rapporti sessuali con loro dopo che era stato drogato. Lo hanno filmato e poi lo hanno picchiato e ricattato per impedirgli di raccontare quello che era accaduto. Il ragazzo, quando è uscito dall’appartamento, si è recato al bar Masi di via Menghini per chiedere aiuto. Sul luogo sono arrivati i soccorritori e i poliziotti del Commissariato Appio.

Contents.media
Ultima ora