×

Festival del Fundraising, Coronavirus challenge: a maggio l’evento online

Il 13 e il 14 maggio si svolgerà la Challenge Edition del Festival del Fundraising: due giornate di formazione per affrontare l'emergenza del Coronavirus.

festival fundraising coronavirus challenge 768x432
Festival Fundraising Coronavirus challenge

Dopo aver posticipato la XIII Edizione del Festival del Fundraising e del Nonprofit 2020 a settembre, torna la community italiana di fundraising con una nuova importante iniziativa: “Coronavirus challenge” è l’evento online che si terrà a maggio come edizione speciale del Festival del Fundraising, con l’obiettivo di prepararsi a gestire al meglio l’impatto e le conseguenze che derivano dall’emergenza sanitaria che si sta vivendo.

Festival del Fundraising: Coronavirus Challenge

Mercoledì 13 e giovedì 14 maggio, prenderà il via l’edizione speciale del Festival del Fundraising che prevede due giornate di formazione e networking con la Challenge Edition, il cui tema principale sarà la preparazione per gestire in maniera ottimale le conseguenze che ha prodotto e produrrà il Coronavirus, per quanto riguarda la raccolta fondi e l’intero settore del nonprofit.

Si partirà il 13 maggio dalle ore 9:00 con la presentazione delle modalità in cui si svolgerà questa conferenza online e delle opportunità di cooperazione e interazione offerte durante le giornate. Saranno momenti ricchi di momenti di incontro, confronto e networking, il tutto 100% online.

Un programma ricco di opportunità

Tante le opportunità offerte dall’evento organizzato dalla community italiana per il fundraising, il quale comprende ben 22 sessioni per la presentazione di idee e consigli take-away, dedicati al tema della raccolta fondi al giorno d’oggi, date le circostanze, attraverso dirette da 45, 30 e 15 minuti.

Verranno organizzate aree di networking per rendere l’evento più dinamico e interattivo possibile, per conoscere nuovi colleghi e persone appartenenti al mondo del nonprofit. Sarà possibile anche mettersi in contatto con gli altri fundraiser attraverso la community: l’obiettivo è quello di insegnare ad essere una comunità, unita e forte, anche in circostanze come quelle che stiamo vivendo attualmente.

La Challenge Edition sul Coronavirus avrà come ospiti anche coloro che forniscono il nonprofit: in questo modo sarà possibile scoprire nuovi servizi che permetteranno di velocizzare e rende più agile il lavoro di tutti. Dal digital al mailing, piattaforme di crowdfunding, servizi amministrativi e bancari: sono solo alcuni degli strumenti utili a questo scopo che verrano inclusi nell’area expo.

Tematiche, speaker e partecipanti

Le sessioni in programma affronteranno temi fondamentali per la situazione attuale di emergenza: dalla raccolta fondi online e i consigli per renderla efficace, a come la pandemia ha modificato e rivoluzionato le abitudini degli italiani. Ci saranno momenti di riflessione e indicazioni su come strutturare startup di fundraising.

Sarà possibile ascoltare anche le testimonianze di AIL (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma), che ha trasformato le piazze fisiche in piazze virtuali, e un esperto di database che su come utilizzare al meglio i propri contatti. Anche la Lega del Filo d’Oro racconterà la propria esperienza nel portare avanti la raccolta fondi offline e si analizzerà il DPCM Cura Italia e le conseguenze nel settore del nonprofit. Anche le testimonianze di chi è attivo in questo settore saranno garantite: Virginia Tarozzi parlerà della sua esperienza in una charity UK e Matteo Pio Pelusi racconterà del suo lavoro in UNICEF.

Al termine della seconda giornata, Valerio Melandri, direttore del Master in Fundraising dell’Università di Forlì, e l’economista italiano Stefano Zamagni saranno intervistati riguardo l’importanza di coinvolgimento del Terzo Settore, in quanto soggetto attore per gestire l’emergenza e oggetto da tutelare in questo momento di difficoltà.

Informazioni dettagliate sull’evento

Tutto l’evento si terrà online, attraverso conferenze e sessioni di vario tipo. Informazioni più dettagliate potranno essere consultate sul sito ufficiale e sui canali social dedicati alle due giornate in programma.

Sul sito sarà possibile, inoltre, iscriversi alla Coronavirus Challenge per garantire la propria partecipazione a entrambe le giornate e a tutti gli eventi in programma.

Contents.media
Ultima ora