×

Emendamento Leu e PD: cosa accadrà ai grandi patrimoni?

Condividi su Facebook

Emendamento Leu e PD: la proposta raccoglie consigli e suggerimenti da parte di alcuni economisti internazionali.

Governo

L’emendamento Leu e Pd è una proposta da parte di alcuni deputati di Liberi e uguali (sottoscritto anche da alcuni esponenti del Partito democratico) alla Legge di bilancio che potrebbe riscrivere il sistema di tassazione patrimoniale. La proposta ha raccolto consigli e suggerimenti da parte di alcuni economisti internazionali.

L’emendamento in questione prevede prelievi progressivi sui grandi patrimoni. Scomparirebbero, inoltre, l’Imu e l’imposta bollo. I comuni dunque, privati del gettito Imu, potrebbero tuttavia contare su un opportuno fondo di solidarietà.

Emendamento Leu e PD: i firmatari

I firmatari dell’emendamento Leu e PD risultano essere, al momento, i deputati di Liberi e uguali Erasmo Palazzotto, Rossella Muroni e Luca Pastorini. Come firmatari da parte del Partito democratico troviamo Matteo Orfini, Giuditta Pini, Chiara Gribaudo, Luca Rizzo Nervo e Fausto Raciti.

Intervistato a ilfattoquotidiano.it, Nicola Fratoianni di Sinistra italiana spiega che tale proposta ha in sé un primo elemento volto a ristrutturare in maniera più ampia il nostro sistema fiscale. Queste le dichiarazioni di Fratoianni: “Bisogna semplificare, e noi lo facciamo prevedendo di eliminare una miriade di piccoli tributi. E bisogna recuperare almeno in parte la progressività della tassazione che è stata in gran parte persa nel corso degli anni”.

Il parere del Fondo monetario internazionale

In realtà anche il Fondo monetario internazionale ha meditato negli ultimi tempi un aumento del prelievo nei confronti dei contribuenti con forti disponibilità economiche, in seguito al drastico calo delle loro aliquote negli ultimi decenni. Ciò fa comprendere come un effettivo ripensamento dei sistemi di tassazione in senso di progressività maggiore non sia un argomento dibattuto esclusivamente dai soli partiti di sinistra.

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Contents.media