×

Giappone, torna l’influenza aviaria: casi ad Hiroshima

In Giappone torna influenza aviaria: nuovo cluster ad Hiroshima.

Giappone influenza aviaria Hiroshima

In Giappone sembra esplosa una nuova emergenza di influenza aviaria dopo che in pochi mesi sono stati diversi i focolai divampati nel Paese che hanno costretto all’abbattimento di un elevato numero di esemplari di pollame. L’ultimo esempio in tal senso riguarda Hiroshima, la sesta prefettura giapponese, dove ben 134mila polli verranno abbattuti in diverse fattorie dopo la morte sospetta positività di alcuni esemplari.

Nello specifico, a seguito di alcune ispezioni in circa 40 stabilimenti con un totale di 760mila galline, le autorità hanno confermato la presenza del virus e predisposto l’abbattimento degli animali. Il governatore della prefettura ha chiesto l’aiuto delle forze di Autodifesa.

Giappone, influenza aviaria ad Hiroshima

Non meno di una settimana fa, in Giappone, era stato riscontrato un caso simile a Miyazaki, prefettura a sud ovest del Paese, dove erano stati abbattuti circa 36mila polli a Miyakonojo, città che ospita i principali stabilimenti di produzione di carne della regione.

In quel caso ad insospettire le autorità era stata la morte sospetta di 72 galline, un cluster di influenza aviaria confermata dalle successive analisi.

Di recente anche altre zone del paese sono state interessate dal fenomeno. Ad inizio novembre c’è stato il caso nella prefettura di Kagawa, dove sono stati abbattuti 330mila polli. In seguito è stato il turno di Fukuoka, Hyogo, Miyazaki e Nara. Una situazione che preoccupa e per la quale il governo giapponese ha deciso di alzare la soglia d’attenzione al livello massimo.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora