> > Ex calciatore morto per un infarto fulminante: malore durante una partita di ...

Ex calciatore morto per un infarto fulminante: malore durante una partita di calcetto con gli amici

Lutto nel Sassarese per la morte di Norberto Bianchi

Tragedia in Sardegna, dove un ex calciatore è morto per un infarto fulminante e dopo un malore durante una partita di calcetto con gli amici di sempre

Tragedia in Sardegna, dove un ex calciatore è morto per un infarto fulminante parrebbe a seguito di un malore durante una partita di calcetto con gli amici.

I media spiegano che il 65enne Norberto Bianchi si è accasciato a terra presso il centro sportivo di Borgo degli Ulivi a Sorso, in provincia di Sassari. Pare che ad uccidere Norberto sia stato un “infarto fulminante che non gli ha lasciato scampo”. Tutto è successo intorno alle 21, quando senza alcun preavviso il povero Norberto si è accasciato al suolo ed è stato immediatamente soccorso dagli amici. 

Ex calciatore morto per un infarto fulminante

Subito dopo èsono arrivati i soccorritori del 118 che hanno provato invano a rianimare il 65enne. I media spiegano che a metà degli anni Settanta Bianchi era arrivato a Sassari dalla Toscana, per giocare a calcio. In Sardegna aveva vestito la maglia della Torres, poi di Alghero, Calangianus e Castelsardo. Quella sua passione per il calcio Norberto l’aveva poi trasmessa al figlio Daniele, centrocampista nel Porto Torres. Bianchi era un agente di commercio. 

La nota di cordoglio della squadra

Ecco la nota di cordoglio della squadra della Torres, dove Norberto aveva militato: “La Torres, la sua dirigenza, lo staff tecnico, medico, fisioterapico e operativo, dirigenti, tecnici e istruttori di Settore Giovanile e Scuola Calcio, tutti i tesserati rossoblù e la tifoseria torresina si stringono in un forte e affettuoso abbraccio a Daniele Bianchi e a tutta la sua famiglia per l’improvvisa e tragica scomparsa del caro padre, Norberto, uomo di calcio con alle spalle un passato da calciatore ed un importante trascorso rossoblù“.

E in chiosa: “A lui va il nostro pensiero, al “nostro” Daniele (suo figlio), già protagonista in campo con la maglia della Torres e oggi impegnato dietro le scrivanie a supporto del nuovo progetto rossoblù, vanno i nostri pensieri e le più sentite condoglianze“.