×

Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle

Condividi su Facebook

Gara da ricordare, gara da dimenticare. Nella 33ª di Serie A, è andata in scena, allo stadio "Franchi” di Firenze, la sfida tra i padroni di casa e l’Inter.

Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle
Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle

Un inizio alla grande, per gli uomini di Sousa. La Fiorentina, infatti, passa in vantaggio al 23′ con Vecino dopo un’ineccepibile azione. Ma l’Inter non si arrende e capovolge la situazione, trovando il pareggio al 29′ con Perisic e, dopo soli 5 minuti, con Icardi lanciato magistralmente verso la rete da Joao Mario. Ma nel secondo tempo, il naufragio dei nerazzurri che prendono gol in tutti i modi: di testa, da Astori al 63′; a distanza, da Vecino al 64′; da Babacar, al 70′ e 79′. Partita finita? Macchè! Icardi ha ancora un po’ di energia in serbo per il gran finale e si scatena con un capolavoro al 88′ e con uno stacco su calcio d’angolo 90′.

Ma non basta. Sono i viola a cantar vittoria.

Ecco le pagelle di Fiorentina-Inter 5-4

FIORENTINA

Tatarusanu: 6 – Due gol sui quali può far nulla. Inoperoso nel secondo tempo, fino alla magnifica rete firmata Icardi. Incolpevole.

Tomovic: 6 – Soffre molto Perisic, che è in forma smagliante. Riesce a trovare le misure soltanto nel secondo tempo.

Sanchez: 5 – Il ruolo da centrale di difesa non è quello che gli calza meglio. Soprattutto se deve assillare un grande bomber come Icardi. Questo, infatti, sfrutta un suo errore in marcatura per segnare.

Astori: 6 – Non gli riesce proprio di arginare Candreva. In sofferenza nel primo tempo. Per lui, è meglio impostare che difendere. Trova il gol del 2-2 con un stacco aereo su calcio d’angolo.

Milic: 6 – Si propone di continuo sulla sinistra e ha il merito di trovare Vecino per il gol del vantaggio viola.

Decisamente peggio in fase difensiva, dove non riesce ad aiutare Astori, lasciandolo in balia degli attaccanti avversari.

Tello: 6 – Punta sempre ma non riesce a incidere. Anzi, è spesso costretto ad effettuare ingenui cross dalla trequarti facilmente anticipabili dagli avversari.

Badelj: 6 – Sa gestire i ritmi al centrocampo e scambia molto bene con Bernardeschi e Borja Valero. Ma è grave il tunnel subito a centrocampo, proprio quello che dà il via all’azione del primo pareggio nerazzurro.

Vecino: 7,5 – Gioca una buona partita, si propone spesso in avanti e trova il gol grazie ad uno splendido inserimento che perfora la difesa dell’Inter. Fa il bis con un gran rasoterra dalla distanza. Laureato migliore in campo.

Bernardeschi: 5 – Si muove come un globetrotter, ma pecca di superficialità e perde palloni di troppo.

Soprattutto spreca il rigore del 2-2 con un inguardabile “cucchiaio” (Ilicic: 6,5 – entra e ribalta i risultato).

Borja Valero: 6,5 – Nel primo tempo è il migliore. Va vicino al gol in un paio di occasioni e dà il via all’azione della rete dei viola con un delizioso filtrante. Nel secondo tempo, prende bene possesso del centrocampo gestendo, a spron battuto, i ritmi della partita.

Babacar: 7,5 – Un toro in corsa che apre molti spazi per i compagni e si guadagna un calcio di rigore sfruttando un ingenuità di D’Ambrosio. Al 70′, ridicolizza Medel e mette la palla all’angolino per il 4-2. Stessa cosa su Miranda firmando la doppietta.

All. Paulo Sousa: 6 – La sua squadra soffre eccessivamente, in fase difensiva, nel primo tempo.

Il secondo tempo, invece, è una vera e propria lezione di calcio all’Inter. E a Pioli.

INTER

Handanovic: 6,5 – Senza colpa sul gol di Vecino ma compie una grande parata su Borja Valero e si esalta parando il rigore di Bernardeschi. Forse poteva fare di più sul tiro dalla distanza di Vecino.

D’Ambrosio: 5,5 – Regala un rigore agli avversari con clamorosa ingenuità. Soffre tremendamente le sovrapposizioni di Milic. Molto meglio in fase offensiva, dove riesce a proporsi con più continuità.

Medel: 4 – Ingenuo in occasione del vantaggio viola: si deve essere del tutto dimenticato di essere un centrale di difesa. Ancora peggio in occasione del 4-2, ridicolizzato in campo aperto da Babacar.

Miranda: 4,5 – Soffre la fisicità di Babacar e i continui inserimenti dei centrocampisti viola. Malissimo sul secondo gol di Babacar. Rimandato.

Nagatomo: 6 – Il migliore della precaria difesa dell’Inter. Regge bene Tello. Fortunatamente, dalle sue parti si soffre pochissimo.

Kondogbia: 4,5 – Che brutta partita! Patisce visibilmente il dinamismo di Vecino e la tecnica dei centrocampisti avversari.

Gagliardini: 5 – Poco brillante in questa partita ma anche nelle ultime settimane. Stasera, infatti, non riesce mai a contenere la qualità di Borja Valero.

Candreva: 6 – Buono il primo tempo. Trova l’assist per Perisi. Poi si eclissa come tutta l’Inter.

Joao Mario: 6 – Buone giocate nel primo tempo. Calato nella ripresa. Naufragato sul finale assieme a tutti i suoi compagni.

Perisic: 6,5 – Un primo tempo perfetto. Salta sempre l’uomo e va in gol. Nel secondo tempo, anche lui, si spegne.

Icardi: 7 – Si vede soltanto in occasione del gol del momentaneo vantaggio dei suoi. Nella ripresa, invece, non sfiora nemmeno un pallone. Fino al minuto 88′, quando trova il gol del 5-3 e poi quello del 5-4.

All. Stefano Pioli: 4,5 – La sua squadra regge il ritmo nel primo tempo. Ma la ripresa è disastrosa, un’offesa alla dignità nerazzurra. Dispiace dirlo, ma lui è il primo dei colpevoli. Non è mai riuscito a dare una scossa ai suoi giocatori.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche