> > Guerra della sanzioni, il blocco dello Swift alla Russia slitta e non sarà t...

Guerra della sanzioni, il blocco dello Swift alla Russia slitta e non sarà totale

blocco Swift Russia slitta

Slitta il blocco dello Swift alla Russia, a comunicarlo è stato l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell.

Slitta di qualche ora e non sarà totale il blocco dello Swift verso la Russia e le sue banche deciso dall’Unione Europea come risposta alla guerra inescata da Mosca in Ucraina.

A comunicarlo è stato l’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell.

Slitta il blocco dello Swift alla Russia

“Crediamo che si debbano tenere aperte delle possibilità finanziarie perché si possano mandare soldi alle famiglie o pagare cose che sono necessarie”, ha detto Borrell andando così a rimodulare in maniera netta quella che viene definita “l’arma nucleare finanziara”.

Russia, slitta e viene rivisto il blocco dello Swift 

Solo alcuni istituti entreranno dunque nella black list, decisione che sarebbe stata presa per evitatare di commettere “lo stesso errore fatto con l’Iran”. “Il numero di banche – precisa ancora Borell – lo vedrete domani quando il provvedimento verrà pubblicato. Stiamo lavorando per essere pronti per domani mattina”.

Il blocco dello Swift alla Russia slitta

Il tentativo di Bruxelles è dunque duplice, da una parte il contrasto finanziario a quanto Mosca sta facendo con le armi e dall’altro la necessità di tutelare i pagamenti per le forniture di gas che proprio dalla Russia viene venduto in larga all’Europa. “È stato congelato circa il 50% delle riserve della banca centrale perché sono le riserve tenute in Paesi nel G7. Puntiamo – ha concluso Borrell – alla ricchezza dell’elite putiniana”.