I Negramaro in ospedale per Lele Spedicato: "non mollare"
I Negramaro in ospedale per Lele Spedicato: “non mollare”
Lifestyle

I Negramaro in ospedale per Lele Spedicato: “non mollare”

Lele Spedicato ospedale
Lele Spedicato ospedale

L'ospedale ha concesso ai Negramaro di "abbracciare" Lele, ricoverato in rianimazione. Le condizioni del chitarrista gravi, ma stazionarie.

Emanuele “Lele” Spedicato, chitarrista dei Negramaro, colpito da emorragia cerebrale, resta per ora nel reparto di riabilitazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Ancora gravi le sue condizioni, la prognosi, fanno sapere nel primo bollettino, resta riservata. Ma i medici sono ottimisti e la band oggi ha potuto trascorrere qualche minuto in reparto. Commossa la dedica del collega e amico Giuliano Sangiorgi, che dalla pagina Facebook lancia un grido di speranza per Lele: «Resta qui con me, fratello mio!». Spedicato si era sentito male nella sua casa in Salento. A trovarlo era stata proprio la moglie, l’attrice Clio Evans, a bordo piscina nel loro giardino, privo di sensi. I due aspettano un figlio che nascerà tra pochi mesi.

Stretti intorno al suo letto

Le condizioni di Lele restano «stazionarie». È in coma farmacologico, costantemente monitorato dai medici, ma il chitarrista ha potuto ricevere oggi, 18 settembre, la visita di tutti i Negramaro, riuniti per dare sostegno morale all’amico e alla famiglia.

La direzione sanitaria dell’ospedale ha concesso loro una breve visita, solo qualche minuto per stringersi attorno al letto del loro amico e collega, che sta ora combattendo la sua battaglia più difficile. Più di un semplice gruppo di musicisti, la band salentina è una vera famiglia, il loro è un solido legame professionale cementato da oltre vent’anni di amicizia. Giuliano Sangiorgi, Andrea Mariano, Ermanno Carlà, Danilo Tasco e Andrea Pupillo De Rocco, tutti accanto a Lele, commossi, ad incoraggiare il loro fratello a non mollare. Giuliano Sangiorgi è accorso da Roma, lasciando la compagna Ilaria Macchia, anche lei, come Clio, in dolce attesa di una bimba.

«Resta qui con me, fratello mio!»

Questo il commosso messaggio che il cantante della band, ha voluto dedicare a Lele dalla sua pagina Facebook. Giuliano Sangiorgi è accorso durante la notte da Roma, dove ha lasciato la compagna Ilaria Macchia, anche lei, come Clio, in dolce attesa.

Il bollettino medico

Il primo bollettino medico conferma che Emanuele Spedicato, ricoverato nella mattinata di lunedì 17 settembre all’ospedale di Lecce, ha trascorso una notte tranquilla. «Il personale sanitario della Rianimazione dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce sta seguendo costantemente l’evolversi del quadro clinico, con l’ausilio di strumenti diagnostici che consentono una puntuale e approfondita valutazione. Le condizioni di salute del paziente sono attualmente stazionarie e i parametri vitali risultano buoni. La prognosi, in ogni caso, resta riservata» fanno sapere dal nosocomio.

Il malore in casa

Il chitarrista dei Negramaro è stato ricoverato in ospedale dopo aver accusato un malore, mentre si trovava a bordo piscina insieme alla moglie Clio Evans che, fa sapere l’Ansa, «lo ha trovato nei pressi della piscina privo si sensi». Una volta rinvenuto, Spedicato avrebbe accusato un forte mal di testa e successivamente sarebbe caduto una seconda volta, battendo la testa. È stata la moglie a chiamare l’ambulanza che lo ha condotto in codice rosso al Fazzi di Lecce. La coppia si è sposata, da meno di un anno, il 16 ottobre 2017, e tra pochi mesi Spedicato diventerà papà per la prima volta. Tutti i fans si stringono ora attorno alla famiglia e alla band, in attesa di notizie positive.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche