×

Il vento spazza via un castello gonfiabile in Spagna: morta una bimba di 8 anni

Una fortissima raffica di vento spazza via un castello gonfiabile nei pressi di Valencia e trascina in aria gli occupanti: morta una bimba di 8 anni

La terribile scena dei soccorsi

Tragedia in Spagna, dove il vento spazza via un castello gonfiabile e trascina in aria un gruppo di ragazzini scaraventando la struttura prima in alto e poi lasciandola precipitare a terra: è morta una bimba di 8 anni e cinque altri bambini sono rimasti feriti, fra cui una di 4 anni in gravi condizioni al Clinical Hospital ed altri due ricoverati con seri traumi ortopedici. 

Madre della vittima disperatamente aggrappata ad un lembo del telone, ma il vento spazza il castello gonfiabile

La tragedia è accaduta a Mislata, una cittadina di 43mila abitanti vicino Valencia. La vittima, H.M. era sulla struttura assieme al fratellino e secondo le primissime testimonianze, sua madre aveva provato a trattenere l’immensa struttura in un gesto di disperazione, ma il castello gonfiabile si era impennato e l’angolo di telone che la donna teneva con tutte le sue forze le era sfuggito di mano. 

Il vento spazza in aria il castello gonfiabile ed a Mislata si consuma la tragedia: “La mia piccola è morta”

Subito dopo l’incidente, con sua figlia appena soccorsa dalle squadre di vigili del fuoco, la donna aveva detto: “Pensavo che il telo fosse stato ancorato bene”. Era la prima avvisaglia di quello che, di lì a poco e con il concretizzarsi della tragedia, sarebbe successo. Poche ore dopo e malgrado tentativi sovrumani dello staff medico la donna ha dato il triste annuncio: “Stanotte mia figlia è morta”. 

Per la famiglia della vittima non è stato il vento a spazzar via il castello gonfiabile, ma un ancoraggio carente

E in queste ore la famiglia della vittima ha affidato le sue ragioni ad un legale che in loro nome e conto chiederà lumi sullo stato di manutenzione ed ancoraggio della struttura. Le tesi della famiglia è che malgrado il fortissimo vento il castello non era stato ancorato bene e che dunque la morte della loro piccola non è figlia di una drammatica circostanza ma di una tragica omissione, tragica e presuntivamente punibile in punto di Diritto

Contents.media
Ultima ora