×

“L’Ucraina non è ancora morta”. Storia e significato dell’Inno nazionale ucraino

In questi giorni drammatici l 'Inno nazionale ucraino è diventato una preghiera di forza e coraggio di un intero popolo

inno nazionale ucraino presidente

Cenni storici e traduzione dell’Inno nazionale dell’Ucraina che in questi giorni di conflitto infonde speranza e coraggio al popolo ucraino.

L’Inno nazionale ucraino si contrappone alle sirene

Dai soldati che si difendono dall’attacco della Russia ai cittadini nei bunker fino alle persone che stanno manifestando contro la guerra nelle piazze di tutto il mondo, l’inno dell’Ucraina è la drammatica colonna sonora che sta accompagnando questo assurdo conflitto che atterrisce il mondo.

In grado di infondere forza e coraggio contro il terribile suono delle sirene che annunciano i bombardamenti.

“Un inno diventato preghiera”

Del resto come si legge sul sito ufficiale del gruppo di Facebook “Ucraina. Ucraini in Italia” durante gli eventi di MaidanShche ne vmerla Ucraina” (in italiano ‘l’Ucraina non è ancora morta’) è diventato più dell’Inno nazionale che in ogni paese viene eseguito in occasione di eventi ufficiali o prima degli incontri della nazionale di calcio, è diventato una preghiera, “che ci ha aiutato a superare le difficoltà”.

Questo quanto la comunità ucraina in Italia scriveva nel 2015 nel proprio blog e questo è esattamente quello che sta accadendo in questi giorni nel corso di questa guerra. Dove l’inno serve ad esorcizzare la paura e trasformarla in un coraggioso orgoglio che ha colpito la coscienza di tutta l’Europa, di tutto il mondo.

Cenni storici

Il testo di questo inno deriva dal poema patriottico scritto da Pavlo Čubynskyj nel 1862 mentre la musica è stata composta l’anno seguente da Mykhailo Verbytskyi uno dei primi compositori professionisti nella Galizia.

Proprio il 4 marzo si celebra il suo compleanno.

Sempre in base a quanto si legge nel blog citato” Rispetto alle altre canzoni patriotiche ‘Shche ne vmerla Ucraina’ si distingue con la profondità del destino del popolo ucraino, e con le previsioni della sua rinascita spirituale”. Inoltre, si sottolinea che “particolarmente importante è il fatto che l’Inno è stato creato da due uomini provenienti da diverse zone dell’Ucraina (Verbytskyi da Galizia, mentre Chybynskyi dall’Ucraina Centrale”, ciò simboleggia l’unità dell’Ucraina”.

Nei nostri tempi il testo è stato modificato e approvato dal Parlamento Ucraino come l’Inno Nazionale dell’Ucraina. Il testo e lo spartito originali di questa opera si conservano nella biblioteca scientifica di Vasyl Stefanyk, dell’Academia Nazionale delle scienze dell’Ucraina.

Traduzione in italiano

Di seguito la traduzione del testo in italiano (fonte Wikipedia):

Non è ancora morta la gloria dell’Ucraina, né la sua libertà, a noi, giovani fratelli, il destino sorriderà ancora.

I nostri nemici scompariranno, come rugiada al sole, e anche noi, fratelli, regneremo nel nostro Paese libero.

Daremo anima e corpo per la nostra libertà, e mostreremo che noi, fratelli, siamo di stirpe Cosacca.

Contents.media
Ultima ora