×

La Morte di Commodo

Morte violenta di un Imperatore

default featured image 3 1200x900 768x576

Commodo   Musei capitolini   Foto G  DallOrto   15 08 2000 300x225
Sembra che l’Imperatore Commodo abbia fatto di tutto per farsi odiare, riuscendoci alla perfezione; non potendone più delle sue crudeltà gratuite e delle sue insopportabili manie, si decise di eliminarlo con una congiura.

Alla fine di Dicembre dell’anno 192 d.C., Commodo, che aveva una personalità piuttosto eccentrica, annunciò che il primo giorno dell’anno si sarebbe presentato al cospetto del popolo in veste di gladiatore; fu allora che la sua concubina Marcia Demetriade e il prefetto del pretorio Emilio Leto, decisero di accelerare gli eventi in precedenza stabiliti.

Fu su loro ordine infatti, che l’atleta Narcisso, spesso compagno di allenamento dell’Imperatore, afferrò Commodo per il collo e strinse fin quando l’uomo, che aveva 31 anni, gli morì tra le mani.

Contents.media
Ultima ora