×

Lazio-Juventus: le probabili formazioni

default featured image 3 1200x900 768x576

Pazienza

Il ritornello del calendario facile che avrebbe agevolato l’inizio-sprint della Juve di Conte è stato sorpassato dagli eventi: perché Inter e Milan si sono già inchinati alla forza dirompente dei bianconeri, che casomai hanno mostrato di soffrire maggiormente le piccole.

Ma la verità è che dopo l’adozione in pianta stabile del 4-3-3, o 4-2-3-1 che dir si voglia, l’attuale capolista non ha fallito un colpo non solo per quanto riguarda i risultati ma principalmente dal punto di vista della cattiveria agonistica, di quell’approccio quasi violento alle partite che ha permesso di sbloccarle quasi subito. Ma ora Conte è alla vigilia di una doppia sfida-verità: Lazio e Napoli in tre giorni diranno in maniera quasi definitiva dove potrà arrivare questa Juve.

Sei punti sarebbero ovviamente l’optimum ma ancor più importante dei risultati sarà capire se i bianconeri sono in grado di giocare con profitto anche a ritmi inferiori.

E’ infatti impensabile che pure all’Olimpico ed al San Paolo la Juventus possa interpretare le partite con quell’animus pugnandi che si vede allo Juventus Stadium: servirà quindi un calcio maggiormente ragionato, per far cadere anche uno degli ultimi veli sulla competitività della Signora.

Ma la quasi certa assenza di Pirlo è un problema in più: improponibile il confronto con Pazienza ma l’ex napoletano potrà garantire un maggior contributo in fase di interdizione, liberando magari gli inserimenti di Vidal. Come se non bastasse l’avversario è l’unico, insieme al Milan, che può tenere testa alla Juve quanto a risultati negli ultimi due mesi: la Lazio corre veloce, soprattutto in trasferta, è vero, ma la Juve non farà certo le barricate, quindi ci saranno spazi ed il recupero di Klose permetterà a Reja di ritornare all’assetto standard anche in attacco, e conseguentemente di alleggerire di pressioni pure il reparto più in difficoltà, quella difesa in cui la coppia di centrali sarà ancora improvvisata.

Dias è ancora ko quindi toccherà a Diakitè e Stankevicius: non esattamente l’ideale per fronteggiare il mobilissimo attacco bianconero. Probabili formazioni. Lazio: Marchetti; Konko, Stankevicius, Diakitè, Radu; Brocchi, Ledesma, Lulic; Hernanes; Klose, Cissè. Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Chiellini; Marchisio, Pazienza, Vidal; Pepe, Matri, Vucinic.

Contents.media
Ultima ora