×

Coronavirus, cinema chiusi nel Nord Italia: -44% in meno di incassi

Condividi su Facebook

Nelle sale Italiane dopo l'allarme del Coronavirus c'è stato il 44% in meno d'incassi, e qualcuno ha deciso di rinviare l'uscita dei film.

CinemaCoronavirus
CinemaCoronavirus

L’allarme per il Coronavirus, e l’ordinanza che ha fatto chiudere le sale nelle regioni maggiormente colpite dal contagio, ha portato a un 44% di incassi in meno per alcuni dei film in programmazione. Verdone e Diritti hanno deciso di rimandare l’uscita del loro film.

Il Coronavirus svuota i cinema

Il Coronavirus svuota le sale cinematografiche: complice l’ordinanza e il panico creato nella popolazione dopo le notizie sul dilagare del contagio, le sale dei cinema si sono svuotate e a risentirne ovviamente sono stati i guadagni del box office. Il 44% in meno rispetto a una settimana fa, il 29% in meno rispetto allo scorso anno. Chi ha potuto ha rinviato l’uscita del proprio film (come Verdone e Diritti) per gli altri purtroppo gli incassi sono sicuramente in balia della situazione eccezionalmente drammatica provocata dalla pandemia: Gli anni più belli di Gabriele Muccino avrebbe incassato circa 1 milione e 200mila euro, Bad Boys for Life con Will Smith 882 mila euro, Il richiamo della foresta circa 680 mila euro e Parasite 600 mila euro.

I danni provocati dalla diffusione del virus si ripercuotono anche sull’economia e sullo sport: la Lega Serie A ad esempio ha fatto sapere di aver chiesto al governo di poter disputare le prossime gare a porte chiuse, e i tifosi sono in attesa di sapere se la richiesta verrà accettata.

Molti programmi televisivi saranno girati senza la presenza del pubblico e, per il momento, sono in tanti ad aver espresso la loro paura e le loro perplessità sul sempre crescente numero di contagi in Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche