×

Morto di Covid Enzo Galli, il papà andato in India con la moglie per l’adozione della figlia

Dopo tre mesi e mezzo di sofferenza, si è spento Enzo Galli, il papà 45enne andato in India con la moglie per adottare la loro bambina.

morto Enzo Galli India

A maggio 2021 la coppia era rientrata in Italia dall’India, dove si era recata per adottare una bambina. In quel periodo il Paese asiatico affrontava una brusca risalita dei contagi. Il Covid colpiva forte e per le molte vittime mancavano spazi in cui essere sepolte.

Scarseggiavano le cure ospedaliere e gli strumenti necessari per proteggersi e prevenire la malattia. A distanza di circa tre mesi, è morto Enzo Galli, il papà che era andato in India insieme alla moglie Simonetta per l’adozione della figlia.

Morto di Covid Enzo Galli, il papà andato in India per adottare una bambina

Enzo Galli, 45 anni, è morto intorno alle 14 di mercoledì 25 agosto all’ospedale Careggi di Firenze, dove era ricoverato dall’8 maggio scorso.

L’uomo, con la moglie Simonetta Filippini, era rientrato dall’India insieme alla piccola Mariam Gemma, la bimba che hanno adottato, e tutti tre erano stati ricoverati in ospedale. Il decorso della malattia, tuttavia, è stato diverso. Moglie e figlia hanno lasciato in breve tempo l’ospedale, negativizzandosi poi una volta tornate a casa, a Campi Bisenzio. Per papà Enzo, invece, il calvario era solo agli inizi.

Nell’arco di tre mesi e mezzo, il quadro clinico di Enzo è progressivamente peggiorato a causa di complicazioni ai polmoni e al cuore.

A inizio agosto, inoltre, ha avuto uno shock settico: è stato sottoposto a dialisi per il malfunzionamento di un rene. La terapia antibiotica sembrava lo stesse aiutando, ma un nuovo peggioramento ha compromesso il suo stato di salute. Dopo oltre tre mesi, il virus lo ha ucciso. Fino alla fine, Enzo ha dovuto rimanere attaccato all’ossigeno.

Al suo fianco c’è sempre stata la moglie Simonetta, la quale ogni giorno andava a trovarlo.

Morto Enzo Galli, il papà andato in India: le parole della moglie

“È stata una lotta incredibile mi hanno permesso di andare a trovarlo e quando era sedato poco, gli parlavo e credo abbia riconosciuto la mia voce e cercava di parlare ma si capiva la sua sofferenza, ha raccontato Simonetta Filippini.

La moglie poi ha confidato: “È stato terribile laggiù e continua a essere terribile qui: mi sembra di aver vissuto un incubo. Hanno fatto tanto per lui in ospedale, dei veri salti mortali e ora è nelle mani di Dio.

Morto Enzo Galli, il rientro dall’India

Aveva commosso l’Italia intera la storia della famiglia Galli. Enzo e Simonetta erano rimasti bloccati in India proprio quando il Paese affrontava un periodo difficile, all’insegna del caos per via dell’alto numero di contagi giornalieri. Grazie a una catena di solidarietà, sono stati raccolti rapidamente ottantamila euro usati per allestire il volo che poi riportò in Italia Galli, la moglie e la bambina appena adottata.

Ora il Paese si stringe al dolore di Simonetta, della loro figlia e del resto dei familiari, affranti e travolti dal dolore per la perdita di Enzo.

Contents.media
Ultima ora