Nadia Toffa parla del suo tumore al Maurizio Costanzo Show
Nadia Toffa parla del suo tumore al Maurizio Costanzo Show
Gossip e TV

Nadia Toffa parla del suo tumore al Maurizio Costanzo Show

Nadia Toffa ospite al Maurizio Costanzo Show

Nadia Toffa ospitata al Maurizio Costanzo Show e ha parlato del cancro che l’ha colpita mesi fa: pareva tutto finito, invece no, ma lei combatte.

Torna il Maurizio Costanzo Show. Tra gli ospiti di giovedì 22 marzo c’è stata anche Nadia Toffa, l’inviata de Le Iene che qualche mese fa ha dichiarato di aver sconfitto un tumore – scatenando peraltro alcune polemiche perchè due mesi sembravano “troppo pochi” per essere usciti completamente dalla malattia -. In realtà Nadia, parlando a Maurizio Costanzo, è sembrata frenare l’entusiasmo, dicendo di combattere ancora contro il cancro: insomma, non è ancora finita.

Non è guarita

Nadia Toffa ha affermato di combattere “ogni giorno contro la malattia”, ma di farlo “vivendo – è anche tornata a Le Iene e sempre sorridendo”.

Nadia Toffa

Quando è tornata al lavoro, ha anche detto senza vergognarsene di indossare la parrucca e con una punta di ironia ha affermato che sia anche meglio dei suoi capelli originali – in effetti non si capiva affatto che non lo fossero -.

In quello occasione Nadia ha affermato che il malato di cancro “è un figo pazzesco”, generando anche qualche veemente polemica, vista la sofferenza che questa malattia comporta.

Ma lei si riferiva alla forza che ci vuole per sopportare e per sentirsi “belle” anche con capelli non propri, e certamente non intendeva offendere nessuno.

Al Maurizio Costanzo Show, ha dichiarato con gli occhi lucidi che la vita è imprevedibile e che nel suo caso “non si può certo parlare di guarigione”, tuttavia non intende mollare.

Il messaggio

Nadia in questi mesi è stata fonte di coraggio ed ispirazione per tante persone malate che le hanno scritto e continuano a scriverle. Però ha raccontato che le scrivono pure “addetti ai lavori”, tecnici di radiologia, infermieri eccetera. La giornalista bresciana ha sottolineato che essi “ora trattano i malati come guerrieri” ed era questo che intendeva dire, quando è stata tanto contestata: un malato di cancro – o affetto da qualche altra patologia – non deve mettere in stand-by la propria vita a causa di ciò di cui soffre, ma deve essere pronto ad affrontare tutto.

Il cambiamento nel lavoro

Sulla scia di quanto Nadia Toffa ha dichiarato, Maurizio Costanzo le ha chiesto se la malattia abbia cambiato e come il suo modo di realizzare inchieste, insomma di lavorare, e la giornalista ha osservato di aver maturato una maggior sensibilità, cercando il più possibile di mettersi nei panni degli altri, perchè finchè non ci si trova in prima persona nelle situazioni, è molto difficile capirle appieno – sembra retorico, ma è proprio così -.

Forse è diventata un po’ meno “iena”?

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche