×

Obbligo vaccinale over 50, zero multe in 15 giorni: l’agenzia delle entrate non ha ancora le liste

Obbligo vaccinale over 50, per il momento sono ancora a zero le multe per chi non si è messo in regola con le vaccinazioni. Lo denuncia Il Giornale

Controllo Agenzia delle Entrate obbligo vaccinale over 50

Obbligo vaccinale per gli over 50, flop delle multe. Zero in 15 giorni. Da quanto riporta infatti l Giornale, L’agenzia delle Entrate non ha ancora ricevuto i nomi dal Ministero della Salute.

Obbligo vaccinale over 50 che lavorano

Per quanto riguarda l’obbligo vaccinale per gli over 50, quella di oggi è una data molto importante.

Almeno per quelli che lavorano in quanto sono tenuti ad esibire una delle certificazioni verdi di vaccinazione o guarigione.

Fino al prossimo 15 giugno i lavoratori over 50 che non esibiranno il Green Pass rafforzato saranno considerati assenti ingiustificati a cui non è dovuta alcuna retribuzione. Con una sanzione varia da 600 a 1500 euro e in caso di violazione reiterata, può essere raddoppiata.

Il meccanismo di controllo per gli altri over 50

Più complesso invece il controllo per tutti gli altri over 50 che non sono vaccinati. Come è noto il decreto 7 gennaio 2022 ha stabilito che la multa una tantum tocca ai soggetti che al 1° febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario. Inoltre sarà destinata anche a chi non ha effettuato la seconda dose e a chi non abbia effettuato il booster entro i termini di validità delle certificazioni verdi.

In questo caso, il meccanismo dei controlli delle persone da sanzionare è diverso e lo aveva spiegato a suo tempo il Ministro Roberto Speranza: ” Sarà cura del ministero della Salute fornire gli elenchi dei soggetti inadempienti, anche acquisendo direttamente dal sistema tessera sanitaria le informazioni relative alla somministrazioni acquisite giornalmente dall’anagrafe vaccinale”.

ll decreto legge prevede infatti una fase di contraddittorio: Il ministero della Salute invierà una comunicazione agli inadempienti che potranno trasmettere alla Asl competente l’esenzione o, per vari motivi espressamente previsti, il differimento dell’obbligo vaccinale.

Zero multe in 15 giorni

Il punto è che, come denuncia oggi Il Giornale, qualcosa non ha funzionato nel meccanismo previsto “Ad oggi, infatti, gli elenchi dei cittadini sanzionabili, almeno un milione e mezzo, non esistono. All’Ader, Agenzia dell’entrate per la riscossione, non hanno ricevuto il nome di un solo destinatario. E senza l’elenco dei non vaccinati, gli operatori non potranno far partire né le lettere di segnalazione, né le ingiunzioni di pagamento. La sbeffeggiata multa procede a passi lentissimi, svilendo ancora di più il suo potere deterrente”racconta Il Giornale riferendosi all’importo della sanzione di 100 euro da molti giudicato irrisorio. ” Di questo passo” – prosegue – ” i destinatari si vedranno recapitare la multa magari alla fine della pandemia”

Contents.media
Ultima ora