×

Pippo Baudo: “Se avessi condotto io il Concertone avrei spento le telecamere sul discorso di Fedez”

Pippo Baudo: “Se avessi condotto io il Concertone avrei spento le telecamere sul discorso di Fedez, denunciarlo è fargli solo altra pubblicità”

Pippo Baudo

Pippo Baudo drastico sul caso delle presunte censure Rai in occasione del concerto del I Maggio: “Se avessi condotto io il Concertone avrei spento le telecamere sul discorso di Fedez”. L’icona della televisione italiana e della istituzionalità catodica interviene senza mezzi termini sulla vicenda del rapper che ha denunciato sia le ruvidezze della Lega sul Dl Zan che le presunte pressioni di Saxa Rubra per evitare che quella denuncia diventasse messaggio civico dal palco del I Maggio. 

Pippo Baudo: “Se avessi condotto io il Concertone avrei spento le telecamere sul discorso di Fedez. Per querelarlo è tardi”

E Baudo usa come sempre la sua verve istituzionale per dire la sua senza mezzi termini, d’altronde età ed esperienza gli danno titolo per farlo, anche controcorrente, anzi, soprattutto in quella direzione: “Se avessi condotto io il Concertone del Primo Maggio avrei spento le telecamere a Fedez durante il suo discorso. Per querelarlo  è troppo tardi, equivarrebbe solo fargli il doppio della pubblicità”. Insomma, Baudo segue la rotta dello “spottone” con cui Fedez avrebbe messo in difficoltà un evento pubblico per trarne vantaggi mainstream. 

Pippo Baudo: “Se avessi condotto io il Concertone avrei spento le telecamere sul discorso di Fedez, ha esagerato”

Ma in che modo? A detta di Baudo esagerando. Lo ha ribadito ad Adn Kronos: “Fedez ha esagerato. Poteva fare spettacolo, mentre fa ogni cosa per essere protagonista. E ha sbagliato a fare quel discorso in una sede che non era sua. L’errore che ha commesso la Rai è stato quello di non dire semplicemente che quel palcoscenico era il suo e a lei competeva l’autorizzazione”. E sulla (presunta) scelta di voler visionare il pezzo di Fedez in anteprima? “Chiedere il testo dell’intervento di Fedez è stato senza dubbio corretto.

Se tu vieni a casa mia e io ti ricevo nel mio salotto, io voglio sapere cosa ci vieni a fare. E poi gli argomenti che Fedez ha toccato sono complicati e non si può utilizzare il mezzo pubblico in maniera così indiscriminata. Bisogna stare attenti perché si ripercuote sulla società in modo divisivo”. 

Pippo Baudo: “Se avessi condotto io il Concertone avrei spento le telecamere sul discorso di Fedez”. Rai senza coraggio

Tutto perfetto, se non fosse per un particolare: nella sua “difesa” la Rai non ha rivendicato il suo diritto a conoscere in anticipo il brogliaccio di Fedez, ma ha “quasi smentito”  di averlo mai fatto, indicando nella società privata che aveva in gestione il Concertone l’autrice dell’incursione “ficcanaso”. Insomma – Baudo lo lascia intendere – nella foga di darsi una veste prog Mamma Rai non avrebbe trovato il coraggio di fare “la padrona di casa”, il che sarebbe stato di certo discutibile ma almeno coerente. Un coraggio che invece al Pippo nazionale non è mancato.

Contents.media
Ultima ora