Decreto Genova, maggioranza bocciata sul condono Ischia
Decreto Genova, maggioranza bocciata sul condono Ischia
Politica

Decreto Genova, maggioranza bocciata sul condono Ischia

Decreto Genova
Decreto Genova

La maggioranza è stata bocciata su un emendamento all'articolo 25 del decreto Genova che disciplina le pratiche di condono a Ischia

Dalle concessioni autostradali alle opere pubbliche, dalle sanatorie fiscali ai porti. Sono alcuni dei temi toccati dagli emendamenti al dl fisco depositati dal relatore al provvedimento, Emiliano Fenu (M5S), in Commissione Finanze del Senato. La maggioranza ha ricevuto una bocciatura su un emendamento all’articolo 25 del decreto Genova che disciplina le pratiche di condono a Ischia. L’emendamento 25.12 chiede di sopprimere la parte per cui alle istanze di condono si applichino le norme della legge numero 47 del 28 febbraio 1985. L’emendamento all’articolo 25 del decreto Genova è stato approvato. Presentato dalla senatrice di Forza Italia Urania Papatheu e approvato con 23 voti contro 22 no e l’astensione della senatrice M5s Paola Nugnes. Tra i sì, Gregorio De Falco. Infatti, già nel corso della giornata i dissidenti grillini avevano dato segno di voler dar battaglia sulla questione condono, ritenuta indigesta. Immediata la reazione del Movimento 5 Stelle, di cui De Falco è un dissidente.

Decreto Genova, la dissidenza di De Falco

“L’emendamento in questione è stato presentato da Papatheu di Forza Italia ed era analogo a quello che avevo presentato io”, ha specificato De Falco in una recente dichiarazione.

Decreto Genova

“Quello che è successo in commissione Lavori pubblici non riguarda né il governo né la maggioranza, che resta solida.

Riguarda solo due persone che hanno tradito l’impegno preso con i cittadini: Gregorio De Falco e Paola Nugnes. I lavori in commissione vanno avanti e in Aula correggeremo questa spiacevole stortura”, è la reazione del capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, Stefano Patuanelli.

“Governo in minoranza in commissione lavori pubblici al Senato sul condono di Ischia. Battaglia vinta dall’opposizione”. Così in un tweet il segretario del Psi, Riccardo Nencini.

Il commento del PD

Anche l’ex premier ha voluto dire la sua. “Oggi in commissione il governo è stato battuto sul condono edilizio. Voglio dire pubblicamente grazie ai senatori 5 Stelle che hanno avuto il coraggio di votare contro questa schifezza”, recita su Twitter il senatore Pd, Matteo Renzi.

Decreto Genova

“Bene la bocciatura del condono edilizio nel decreto Genova in commissione al Senato. Avanti. È un battaglia di buonsenso per l’Italia”, ha fatto eco il segretario dimissionario del Pd, Maurizio Martina. “Il governo per la prima volta va sotto in commissione al Senato su una delle sue maggiori schifezze: il condono sul decreto Genova”, ha ribadito il senatore del Pd Andrea Marcucci.

“Grazie al voto delle commissioni Ambiente e Lavori Pubblici al Senato, sul condono edilizio voluto da Di Maio a Ischia la maggioranza è andata sotto. Vale la pena ricordare che il PD è stato l’unico partito a denunciare, fin dal principio e con forza, questa schifezza imposta dal vicepremier nel suo collegio per garantirsi il sostegno elettorale, inserita indegnamente nel decreto per Genova. Oggi, grazie al lavoro del Pd e anche al voto di senatori del M5s che non hanno ceduto al ricatto dei vertici, possiamo festeggiare. Continueremo a vigilare e a denunciare gli abusi dei populisti al potere”. Lo afferma la deputata del Pd Raffaella Paita.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Lux Rigenerata
129 €
325 € -60 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Burberry Cofanetto Regalo Profumo Burberry Weekend For Men + All Over Shampoo
39.5 €
Compra ora
Y Not? Borsa Donna a Tracolla Y NOT J-331 Champs Elysees
43 €
86 € -50 %
Compra ora
Asia Angaroni
Asia Angaroni 831 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.