×

Dpcm 4 dicembre: “Ristoranti chiusi a Natale e Santo Stefano”

Condividi su Facebook

Si è conclusa la riunione tra Conte e i capidelegazione dei partiti di maggioranza: sul tavolo il nuovo dpcm in vigore dal 4 dicembre.

dpcm 4 dicembre riunione conte capidelegazione
dpcm 4 dicembre riunione conte capidelegazione

A Palazzo Chigi si è tenuta una riunione tra il Premier Conte e i capidelegazione dei partiti di maggioranza per discutere delle misure da inserire nel dpcm del 4 dicembre. Presenti anche il ministro agli Affari regionali Francesco Boccia e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro.

ll 28 novembre è stata programmata un’altra riunione per discutere nuovamente del dpcm.

Riunione tra Conte e i capidelegazione

Sul tavolo del governo ci sono agli interventi da adottare con il nuovo decreto nonché le norme da varare in vista delle vacanze di Natale. Tra le ipotesi sul campo c’è quella di mantenere la suddivisione dell’Italia in tre fasce e di lasciare il divieto di spostamento tra regioni. Non è ancora chiaro però se questo, prima delle festività, sarà esteso anche a quelle in zona gialla oppure varrà soltanto per i territori rossi e arancioni.

In ogni caso a ridosso delle feste tra le comprovate esigenze dovrebbe esserci anche il ricongiungimento tra parenti stretti.

Da discutere anche il possibile slittamento del coprifuoco, che attualmente inizia alle 22, che potrebbe essere prorogato alle 23 o alle 24 qualora dovesse essere posticipata l’apertura dei negozi. Quanto invece all’apertura delle scuole a dicembre, che il governo aveva proposto alle Regioni il giorno precedente, l’ipotesi sembra ormai sfumata a causa della contrarietà dei governatori.

Inevitabile anche una discussione sulle norme da varare in vista del Natale e del Capodanno, tra raccomandazioni sui posti a tavola e messe anticipate.

Tutto dovrà comunque essere valutato anche alla luce dei dati del monitoraggio dell’ISS e del Ministero della Salute atteso a breve. “Eravamo a consulto con i nostri esperti per valutare la curva epidemiologica e gli scenari prossimi futuri“, aveva affermato il Premier Conte dopo aver incontrato Locatelli e Brusaferro.

Ristoranti chiusi a Natale

Tra le ipotesi che si starebbero contemplando nel corso di questa riunione ci sarebbe la possibilità di tenere chiusi i ristoranti a Natale e a Santo Stefano. Non solo. Sempre per quanto riguarda il periodo natalizio si starebbe valutando il blocco della mobilità con l’eccezione di chi avrebbe la necessità di tornare a casa. Da quanto si apprende potrebbero essere anche poste delle deroghe in primis per tutti coloro che avrebbero la necessità di ricongiungersi con i parenti. Una possibilità che potrebbe essere anche concessa a tutti coloro che hanno un domicilio diverso da quello dalla effettiva residenza.

Coprifuoco dalle 22 alle 6

Nel dpcm che potrebbe entrare in vigore il prossimo 4 dicembre potrebbe essere confermata la misura del coprifuoco con orari dalle 22 alle 6 del mattino. Onde evitare assembramenti potrebbe essere infine estesa l’apertura dei negozi fino alle ore 21.00.

Nessuna decisione sulla scuola

Per quanto riguarda la riapertura delle scuole stando a quanto riporta Adnkronos non sarebbe stata presa ancora nessuna decisione nel merito. Le Regioni infatti avrebbero chiesto di riaprire le scuole superiori attualmente in didattica a distanza a gennaio. Ad ogni modo il governo potrebbe valutare un ritorno degli studenti già il 9 dicembre.

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Valentina Mericio

Classe 1989, laureata in Lingue per il turismo e il commercio internazionale, gestisce il blog musicale "432 hertz" e collabora con diversi magazine.

Leggi anche

Contents.media