×

Il piano del governo per il turismo in estate: le regole per i viaggi

Test obbligatori prima di recarsi nelle strutture ricettive e treni Covid-free: il piano del ministro del Turismo in vista dell'estate.

Piano turismo estate

Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia sta già disponendo il piano per disciplinare gli spostamenti durante l’estate: quali potrebbero essere le regole per poter viaggiare internamente e verso l’estero?

Il piano per il turismo in vista dell’estate

Il primo punto riguarda l’effettuazione di tamponi che potrebbe essere resa obbligatoria per chi alloggia per più di una settimana in hotel, campeggi, villaggi vacanze e Bed & Breakfast. Potrebbe dover fare un test anche chi cambia struttura ricettiva durante la vacanza a prescindere dalla durata del viaggio e indipendentemente dal fatto che ci si sposti nella stessa regione o in un altra. In questo caso l’accertamento dovrebbe essere fatto tra le 24 e le 48 ore prima di entrare nella nuova struttura.

Anche le Ferrovie dello Stato stanno pensando di rendere obbligatori i test per i passeggeri e il personale tanto che hanno già lanciato l’arrivo di treni Covid-free. Allo stesso modo il Ministero dei Trasporti sta valutando di potenziare i voli Covid-tested, come quelli Roma-New York e Roma-Atlanta già attivi. Per l’estate si potrebbe pensare di crearne alcuni interni per collegare le mete turistiche del paese e scongiurare la presenza di positivi a bordo.

Sarebbero questi i piani B pensati qualora il passaporto vaccinale europeo non fosse operativo all’inizio della stagione estiva. Si tratta di un documento che certifichi l’avvenuta vaccinazione e che permetterebbe di viaggiare all’interno dei paesi dell’Unione. Dopo le rimostranze mostrate da Francia, Germania Olanda e Belgio, non è escluso che possa comunque andare bene anche il risultato di un test negativo o l’immunizzazione dopo una guarigione.

Contents.media
Ultima ora