×

Quagliarella: le analisi rispettano le attese rottura del crociato 4/6 mesi di stop

default featured image 3 1200x900 768x576

quagliarella 300x184

Sky Sport riporta la notizia che Quagliarella è arrivato questa mattina alla Clinica Fornaca per sottoporsi alle necessarie analisi mediche, che chiariranno maggiormente l’entità dell’infortunio.

Si tratta certamente di una distorsione al ginocchio destro, con il chiaro interessamento dei legamenti: i controlli all’istituto torinese chiariranno se si tratta del collaterale o del crociato. In quest’ultimo caso i tempi sarebbero molto lunghi, il centravanti napoletano potrebbe aver chiuso anzitempo la stagione. In clinica, oltre a Quagliarella, è giunto anche Storari, alle prese con un problema al pettorale destro accusato ieri durante il match contro il Parma.

Il peggio che si temeva è stato confermato dalla risonanza magnetica. Rottura del legamento crociato anteriore destro per l’attaccante, che dovrà restar fuori dai campi di gioco dai quattro ai sei mesi. Praticamente per Quagliarella è finita la stagione.
Adesso la società dopo aver preso Luca Toni, necessita almeno di un altro attaccante. Molto probabile la cessione di Momo Sissoko per far cassa, ultimamente è apparsa la notizia che su Amauri vi sarebbe l’interessamento del Milan, da tifoso spero che sia più di un semplice interessamento e che ci possano sborsare almeno 10 milioni per rituffarci da subito sul mercato.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora