×

Il colesterolo basso può avere una conseguenza pericolosa, ecco qual è

Il colesterolo basso ha inaspettatamente una conseguenza pericolosa: aumenterebbe il rischio di suicidio.

La conseguenza del colesterolo basso possono essere pericolose
Il colesterolo basso può avere una conseguenza davvero pericolosa, quale? Il suicidio.

Si sa, il colesterolo va sempre tenuto sotto controllo, soprattutto se alto. Quello che però non si sa è che, anche se basso, occorre tenerlo sotto controllo. Infatti, se alto, provoca un aumento significativo di infarto; al contrario, il colesterolo basso può avere una conseguenza pericolosa sulla psicologia. Qual è? Aumenta il rischio di suicidio.

Il colesterolo basso può avere una conseguenza davvero pericolosa, poiché accresce i disturbi psicologici che portano al suicidio. Questo, perché i valori possono “rimuovere” un freno all’aggressività e all’impulsività, da un punto di vista cerebrale. I ricercatori hanno esposto i risultati dello studio al Convegno internazionale di suicidologia e salute pubblica, organizzato dal Servizio per la prevenzione del suicidio, l’Azienda ospedaliero-universitaria Sant’Andrea di Roma, con la partecipazione della Fondazione Internazionale Menarini.

I risultati della ricerca sul colesterolo basso

I risultati della ricerca sono ben chiari: i valori bassi del colesterolo si associano ad una probabilità nettamente maggiore di suicidio, se il soggetto è a rischio.

Questo accade a causa delle alterazioni del metabolismo di alcuni neurotrasmettitori cerebrali. Correggere i bassi livelli del quadro lipidico contribuirebbe a ridurre il pericolo di suicidio. Lo studio è stato condotto su un campione di 632 persone, 432 delle quali tentarono il suicidio negli scorsi anni, dal 2013 al 2018. Il colesterolo basso può avere una conseguenza pericolosa soprattutto nei soggetti a rischio, come i pazienti bipolari.

Il tentativo del gesto estremo, inoltre, si associa anche ai valori inferiori di colesterolo Ldl, di trigliceridi totali e di Hdl. In questo quadro, c’è dunque una discendenza verso il basso delle componenti lipidiche, parola del presidente del convegno, Maurizio Pompili (nonché professore ordinario di Psichiatria alla Sapienza di Roma).

Integratori per il colesterolo: Amazon

Amazon offre una vasta scelta di integratori naturali che aiutano a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Di seguito alcune delle migliori offerte. Clicacndo sulle seguenti immagini inoltre potete accedere ad altre offerte disponibili sul sito.

1)Capsule di Lievito di Riso Rosso + Coenzima Q10 Nutrimea: si tratta di un integratore notificato dal Ministero della Salute Italiano e favorisce il mantenimento di una normale colesterolemia. L’associazione del Lievito di Risso Rosso con CoQ10 aiuta a preservare il livello di CoQ10: significa che aiuta a limitare il deterioramento del Coq10 naturale dell’organismo per le statine.

2)Liposan Forte Salugea: integratore naturale utile per l’equilibrio dei grassi nel sangue ed è costituito da estratti secchi titolati di riso rosso fermentato (10 mg/g Monacolina K), cardo mariano, crespino e rosmarino. È clinicamente testato e Notificato al Ministero della Salute Italiano.

3)Apothecary 1982: anche questo integratore è Notificato presso il Ministero della Salute Italiano ed è a base di Monacolina K che contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.

È inoltre arricchito con Coenzima Q10 e Fieno Greco.

Classe 1993, nato a Verona, nutre da sempre un forte amore per il mondo dello spettacolo. Dopo una laurea triennale in Scienze dello Spettacolo, ed una magistrale in Filologia Moderna, decide di inseguire i suoi sogni e di trasferirsi a Milano, città che gli ha rapito il cuore.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
mattia.ferrarini

Classe 1993, nato a Verona, nutre da sempre un forte amore per il mondo dello spettacolo. Dopo una laurea triennale in Scienze dello Spettacolo, ed una magistrale in Filologia Moderna, decide di inseguire i suoi sogni e di trasferirsi a Milano, città che gli ha rapito il cuore.

Leggi anche