Sciarpe Tommy Hilfiger: i modelli più belli in commercio
Sciarpe Tommy Hilfiger: i modelli più belli in commercio
Style

Sciarpe Tommy Hilfiger: i modelli più belli in commercio

Tommy Hilfiger

Sono davvero tanti i modelli di sciarpe realizzate dal famosissimo produttore Tommy Hilfiger, disponibili alla vendita su Amazon, con differenti prezzi e materiali utilizzati, adatte sia per il pubblico maschile che quello femminile.

Uno degli indumenti più utilizzati durante la stagione invernale sono sicuramente le sciarpe, perfette per le fredde giornate dell’anno di cui non si può fare a meno. Come un classico indumento, venivano utilizzate per riparare il collo e a volte anche la testa dalle gelide giornate.

Con il passare del tempo, e addirittura per secoli, la sciarpa si è evoluta fino a diventare, attualmente, un indumento che utile per rendere il nostro look unico. Un abbigliamento casual, informale disponibile con diversi modelli a partire da quelli brillanti o semplicemente glamour (in base al modello scelto durante la fase di acquisto).

Nel nostro articolo vi mostriamo una relativa guida che vi accompagna nella scelta del migliore modello di sciarpa adatta alle vostre esigenze, analizzando i materiali utilizzati dal produttore, il relativo modello e lo stile da poter abbinare nel miglior modo possibile.

Dopo aver parlato dei migliori modelli di sciarpe Calvin Klein, oggi ci soffermiamo su quelli di casa Tommy Hilfiger.

Tutti i modelli in questione sono disponibili alla vendita su Amazon, con differenti prezzi.

Sciarpe Tommy Hilfiger

La sciarpa è uno degli indumenti di vecchia data. Infatti i primi modelli venivano realizzate semplicemente a mano dalle donne di casa utilizzando vari tessuti e materiali come le calze da maglia, uncinetti e gomitoli di lana. Da ricordare che i seguenti lavori manuali avvenivano anche per tutti gli altri capi d’abbigliamento, come i vari vestiti invernali di lana, che erano tutti imbottiti.

Nella maggior parte dei casi, la sciarpa è un capo di abbigliamento a forma di rettangolo che può essere realizzato con tantissimi materiali. La sua funzione principale è quella di essere avvolta attorno al collo per proteggerlo da sbalzi di temperatura, vento e altre condizioni climatiche della fredda stagione invernale. Durante la scelta di un modello adatto alle proprie esigenze, è davvero facile capire quale modello risulti esatto per la propria vestizione, in quanto è un indumento di facile vestizione e senza particolari attenzioni.

In base al modello scelto, variano vari parametri principali come la lunghezza ed il modo in cui indossarla e con cui fermarla al collo.

Infatti è possibile arrotorarla attorno al collo lasciando spuntare le due estremità o davanti o dietro, oppure la si può fermare realizzando un nodo proprio come una classica cravatta. Per risparmiare tempo, è possibile farle fare un mezzo giro attorno al collo, lasciando pendere un’estremità sul davanti e l’altra dietro.

Storia

Il termine sciarpa, proviene dalla derivazione francese, chiamata anche “skerpa”, ovvero una bandoliera o una fascia ferma collo molto utilizzata nella moda maschile dei vecchi tempi. Con il passare del tempo il termine si è evoluto di gran passo, e nel termine francese Doc veniva chiamata anche “escharpe”, da cui deriva quello originale italiano sciarpa.

Nato come un capo di abbigliamento totalmente funzionale che serviva a mantenere la temperatura del corpo invariata per i mesi più freddi dell’anno. Quindi si indossava quando si usciva di casa, e con il passare del tempo ha preso anche un valore estetico, diventando un accessorio di cui non possiamo più fare a meno.

Infatti proprio per la sua visibilità, in quanto la si indossa spesso al di fuori o sopra ad altri abiti, la sciarpa ha acquisito un valore simbolico molto forte, oltre che per il suo uso funzionale

Materiali

Il modello più utilizzato è sicuramente quello di lana, indicato per le fredde stagioni invernali e soprattutto ventose. Ovviamente come riferito in precedenza, la sciarpa si è evoluta con il passare del tempo, ed è realizzata da varie aziende del settore con diversi materiali, adatta anche per le altre stagioni del resto dell’anno:

  • Lana;
  • Pashmina;
  • Seta;
  • Pelliccia.

La lana, rimane uno dei materiali utilizzati per i vari modelli invernali. Entrando nel dettaglio, è una fibra tessile naturale che si ottiene dal vello di ovini, in particolare pecore e alcuni tipi di capre, conigli, camelidi ecc. e produzioni minori da yak e antilope tibetana. La lana che si viene ad ottenere durante la prima fase di lavorazione, è del tutto vergine.

Il secondo metodo per ricavare la lana è quello di recuperarla dopo la macellazione della pecora stessa, definita anche come lana di concia.

Da evidenziare che le industrie del settore riutilizzano tutta quella lana ricavata dagli scarti di produzione, definita anche lana rigenerata. Il procedimento in questione viene chiamato ciclo rigenerato.

Il procedimento è davvero particolare. Infatti una volta lavata, ripulita e sgrassata, può presentare tinte diverse come l’ avorio bianco, nero o marrone. Le fibre di lana hanno una lunghezza che va da 40 mm a 350 mm con un diametro che parte da 16 μm fino ad arrivare oltre i 50 µm.

Curiosità: La fibra è costituita da una sostanza proteica (cheratina), ha una lunghezza compresa tra i 2 e i 90 mm con sezione circolare, rivestita esternamente da squame e presenta numerose ondulazioni elastiche. Questa struttura conferisce alla lana morbidezza, elasticità, igroscopicità ed elevata termocoibenza, resistenza termica a secco, per via dell’aria trattenuta tra le fibre. Rispetto alle altre fibre tessili, ha bassissima tenacità, buon allungamento, elevata igroscopicità ed un’ottima resistenza a muffe e batteri. La lana è una fibra calda al tatto e dotata di alta termocoibenza. Il calore provoca sulla fibra della lana la degradazione, che si manifesta con un impercettibile ingiallimento attorno ad temperatura tra i 70 °C.

Per i mesi più freschi invece, troviamo Pashmina, un modello di sciarpa molto più largo e molto più lungo di una classica sciarpa, che viene realizzata con una lana piuttosto pregiata che proviene da una particolare razza di capra delle zone del Tibet. Per creare questo tipo di sciarpa viene prelevata la medesima lana che si utilizza per la creazione del cachemire, però prendendola dal collo invece che da tutto il vello. Questa lana è molto preziosa, costosa e dall’aspetto elegante, anche se il prezzo è maggiore rispetto ai modelli standard. Per quanto riguarda la funzionalità si può tranquillamente posizionare tra quella pesante di lana e quella più leggera in cotone, perfetta per la stagione primaverile.

Il termine Pashmina deriva da Pashmineh, dal persiano pashm, che significa “lana” ed indica un prodotto tessile a base di lana cashmere, una pregiatissima fibra tessile formata con il pelo della Capra hircus che vive sulla catena montuosa dell’Himalaya tra Nepal, Pakistan e il nord dell’India. Il materiale in questione viene utilizzato per la produzione di sciarpe, stole e scialli, tessuti con telai a mano, e si presenta con un peso molto leggero. Per quanto riguarda la trama invece, viene utilizzata la seta, grazie alle sue ottime proprietà tecniche, come l’aumento della resistenza alla deformazione.

Passando alle stagioni estive, sono presenti sciarpe realizzate interamente in seta, che hanno una funzione decorativa più che funzionale. Con il passare del tempo e stando al passo della moda, è diventato un accessorio dal look totalmente elegante. Passando ai dati tecnici del materiale, possiamo affermare che la seta è una fibra proteica di origine animale con la quale si possono ottenere una vasta gamma di tessuti di elevata qualità. Inizialmente viene prodotta da alcuni insetti come i ragni, utilizzando il bozzolo prodotto da bachi da seta. La seta può essere di tipo sgommata o cotta (quando la sericina è stata rimossa), oppure semplicemente raddolcita (quando la sericina è stata tolta solo in parte).

Successivamente troviamo quella in pelliccia, ovviamente dedicata ai periodi più freddi dell’anno, che può essere realizzata sia con pelliccia 100% (dal prezzo maggiore), sia con pelliccia artificiale.

Il materiale in questione non è altro che la pelle esterna di alcune specie di mammiferi che si presenta fittamente coperta di peli. La lavorazione richiede vari metodi artigianali. Infatti si rimuove la pelliccia dell’animale, e successivamente viene trattata con processi chimici con lo scopo di impedirne la putrefazione. Una volta che la pelle è stata trattata e lavorata, viene spedita alle aziende produttrici del settore per una successiva lavorazione di lavaggio e cucitura.

Migliori modelli

Ecco i migliori modelli di Sciarpe realizzati dalla nota azienda Tommy Hilfiger disponibili alla vendita, elencando tutte le novità ed i prezzi in base alle relative fasce di prezzo.
Naturalmente negli ultimi anni le varie aziende del settore, hanno proposto e continuano a proporre sul mercato numerosi tipi di Sciarpe. Nell’elenco che seguirà, vi proporremo una selezione di vari modelli di Sciarpe di casa Tommy Hilfiger, che secondo il nostro punto di vista è consigliabile acquistare per ragioni diverse, tenendo in considerazione i vari parametri fondamentali: costo più contenuto, rapporto qualità/prezzo e materiali utilizzati.

Quindi cercheremo di individuare il modello che meglio si adatta alle proprie esigenze, partendo ovviamente dall’utilizzo e al proprio budget di partenza, in quanto sono presenti davvero tanti modelli, ognuno con il suo prezzo di vendita. Ogni modello presenta vari dettagli, come il tipo di tessuto utilizzato, lo stile ed il modello adatto.

Modelli inferiori 20 euro

Sciarpe Tommy Hilfiger Lewisburg

Il modello di sciarpa Lewisburg di casa Tommy Hilfiger, è disponibile alla vendita direttamente su Amazon, con un prezzo davvero molto interessante. La sciarpa è realizzata con 100% Lino, disponibile nella colorazione Grigio, con taglia unica.

Tommy Hilfiger Montauk Sciarpa Uomo

Il modello di sciarpa Montauk è adatto per il pubblico femminile, disponibile nella bellissima colorazione Blu, e nella taglia unica. Il modello in questione è realizzato con 100% Cotone.

Modelli tra 20 e 40 euro

Tommy Hilfiger Nate CHK

Sciarpa multicolore Blu con strisce bianche (100% Cotone), perfetta per il pubblico maschile. E’ davvero molto leggera, perfetta per le stagioni non particolarmente fredde.

Tommy Hilfiger Sciarpa Donna Multicolore

Modello di sciarpa per donna disponibile alla vendita su Amazon, nella colorazione Multicolore Rosa/Bianco. Per questo modello, il produttore Tommy Hilfiger ha utilizzato il materiale 10% Modale, lavabile semplicemente in lavatrice ad una temperatura massima di 30°C.

Tommy Hilfiger Tommy Sciarpa Donna

Bellissima sciarpa per il pubblico femminile, realizzata con ottimi materiali (100% Modale), lavabile semplicemente in lavatrice ad una temperatura massima di 30°C. Un ottimo modello, da abbinare perfettamente a qualsiasi capo d’abbigliamento.

Tommy Hilfiger Check Stars Sciarpa Donna

Sciarpa per Donna disponibile alla vendita su Amazon nelle due colorazioni principali Blu e Rosso. Ance per questo modello, l’azienda Tommy Hilfiger ha utilizzato ottimi materiali (100% Modale), disponibile nella taglia unica, quindi adatta a qualsiasi persona.

Tommy Hilfiger Pin Stripe

La sciarpa Tommy Hilfiger Pin Stripe è un modello davvero molto bello, disponibile nelle due colorazioni Blu e Grigio, realizzato con 100% Cotone. Ottima nel contesto, con un buon rapporto qualità/prezzo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche