×

Serie A, Ronaldo risponde a Nainggolan: 1-1 tra Inter e Juventus

A San Siro i nerazzurri di Spalletti, contro i Campioni d'Italia, fanno un altro passo verso la Champions.

Termina 1-1 il derby d’Italia tra Inter e Juventus, terzo anticipo della 34.a giornata di Serie A. I bianconeri, già Campioni d’Italia da una settimana, raggiungono quota 88 mentre il Biscione fa un altro passo verso la qualificazione alla prossima Champions League: sono 4 i punti di vantaggio sulla Roma (che ha battuto 3-0 il Cagliari all’Olimpico) e 6 su Milan e Atalanta, impegnate rispettivamente contro Torino e Udinese.

Subito Nainggolan

Davanti ai quasi 74.000 spettatori del Meazza la squadra di Spalletti sblocca al 7′: il destro al volo di Nainggolan (pregevole gesto tecnico) supera l’incerto Szczesny. Il portiere si riscatta deviando in corner il mancino di Icardi e bloccando in due tempi il colpo di testa di De Vrij.

Gli ospiti, forse con pochi stimoli dopo la conquista del tricolore, sono disorientati e cambiano presto modulo. Abbandonato il 3-5-2 (con Emre Can in difesa), Allegri adotta il 4-4-2. La riorganizzazione tattica non modifica la sostanza perché solo in un’occasione (tiro di Bernardeschi) i Campioni d’Italia avanzano in maniera pericolosa dalle parti di Handanovic. Al contrario l’Inter, aggressiva e ben disposta, va a un passo dal raddoppio ma Matuidi respinge il tentativo di Icardi.

Ronaldo, gol numero 600

In avvio di ripresa Inter di nuovo insidiosa (conclusione di Perisic) prima del risveglio della Signora. Al 60′ Allegri fa entrare Kean al posto di Matuidi e due minuti più tardi gli ospiti pareggiano: Cristiano Ronaldo, assistito da Pjanic, beffa Handanovic grazie a un sinistro sul primo palo.

Per il fuoriclasse portoghese è la 600esima rete in carriera con i club. Il pari ravviva il match: le squadre si allungano e ne beneficia lo spettacolo. Szczesny alza il sinistro di Perisic (bella triangolazione con Icardi) e tuttavia è la Juve nel finale ad andare maggiormente vicina al colpaccio. La botta di Emre Can sorvola di poco la traversa e il giovane Matheus Pereira mette i brividi al Meazza nel rimpallo con D’Ambrosio (sfera a lato).

Nato a Milano, classe 1984, laureato in Lettere moderne all'Università degli Studi di Milano Statale. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Giorgio Meroni

Nato a Milano, classe 1984, laureato in Lettere moderne all'Università degli Studi di Milano Statale. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche