×

Vittorio Sgarbi contro il governo Draghi: “Fanno pena e anche schifo”

Vittorio Sgarbi si è scagliato contro il governo Draghi, dopo il nuovo decreto. Si è lasciato andare ad un duro sfogo su Facebook.

Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi si è scagliato contro il governo Draghi, dopo il nuovo decreto. Il critico d’arte si è lasciato andare ad un duro sfogo su Facebook contro le decisioni prese durante l’ultimo Cdm. 

Vittorio Sgarbi contro il governo Draghi: “Non si capisce quale perversione induca il governo italiano a scelte illiberali”

Vittorio Sgarbi, ancora una volta, è un vero fiume in piena contro il governo Draghi e il nuovo decreto. Si è lasciato andare ad un duro sfogo su Facebook, dopo le decisioni prese. “Non si capisce quale perversione induca il Governo italiano a scelte illiberali, che nulla hanno a che fare con l’evidenza scientifica, per imporre non l’obbligo vaccinale (che, seppur discutibile, senza la comprovata certezza della sua efficacia, potrebbe corrispondere a un tentativo di contenere la diffusione del virus) ma il ‘super green pass’ invece del semplice tampone nei luoghi di lavoro” ha dichiarato il critico d’arte. 

Vittorio Sgarbi contro il governo Draghi: “Ossessione dei contagi non corrisponde a un perioclo reale dei no vax”

Secondo Vittorio Sgarbi la nuova misura piace a Renato Brunetta, ministro per la Pubblica Amministrazione, e ad alcuni ministri, ma “appare davvero incomprendibile“. “Il calcolo delle probabilità avvantaggia i vaccinati, ma l’ossessione dei contagi non corrisponde a un pericolo reale procurato dai ‘no vax’” ha spiegato il critico d’arte, che ha voluto commentare le decisioni del governo Draghi. “Questo è evidente anche a un cretino, e basta la logica per comprenderlo” ha aggiunto. 

Vittorio Sgarbi contro il governo Draghi: “Fanno pena e anche schifo”

Vittorio Sgarbi ha ricordato che i no vax potrebbero essere un rischio per se stessi, ma “non per i vaccinati“. Per questo ha criticato il governo Draghi, che secondo lui ha inventato soluzioni “inutilmente severe che non sono a vantaggio di nessuno, e ,in una società in cui il vaccino  non è obbligatorio, determinano inutili discriminazioni da Stato totalitario. Fanno pena. E anche schifo” ha aggiunto. 

Contents.media
Ultima ora