Bambini: le migliori scuse per poter saltare la scuola
Bambini: le migliori scuse per poter saltare la scuola
Curiosità

Bambini: le migliori scuse per poter saltare la scuola

bambini

È inevitabile che i bambini facciano resistenza per andare a scuola. Sarete d’accordo nel considerare queste scuse tra le più ingegnose mai sentite.

Quale genitore non ha dovuto fare i conti con decide e decine di scuse inventate dai propri figli per non andare a scuola? Ovviamente è capitato a tutti, nessuno escluso. È quasi inevitabile che i nostri bambini facciano resistenza per andare a scuola. Certamente sarete d’accordo nel considerare queste scuse tra le più ingegnose mai sentite al proposito.

1. Questa è così tenera, che farà commuovere qualsiasi genitore: “Mio figlio mi ha detto che andare a scuola portava via tempo da trascorrere con la famiglia, che è la cosa più importante nella vita”.

34985a9879403c0f3701b1980b5494f4

2. Questa è una scusa a dir poco esistenziale: “Penso di non poter andare a scuola, oggi, perché devo prendermi un po’ di tempo per me stesso”.

3. E ora una questione scientifica: “Papà, non capisci che sono una persona notturna, ho bisogno di dormire durante il giorno

4. Quando c’è una scusa relativa alla salute, sai che è insindacabile, quindi: “Non posso andare a scuola perché il sole è troppo forte”.

Quale può essere la ovvia conclusione? “La pelle mi dà fastidio“.

bimba

5. Okay, se ti dicessi che la mia dieta sarà rovinata dalla mensa della scuola?: “Mamma, oggi non posso andare a scuola, perché non ci sono arance per pranzo”.

Bambini e scuse: ecco le altre divertenti motivazioni per non andare a scuola

Termosifoni rotti

La questione dei “termosifoni spenti” è una scusa stagionale, che se proposta d’inverno ovviamente funziona alla grande. Quale genitore vorrebbe far prendere il raffreddore al proprio figlio? Poi si sa…meglio un giorno saltato oggi, piuttosto che una settimana a casa domani…!

Epidemia di classe

Il raffreddore o la febbre di classe sono una scusa tipica e piuttosto credibile. Un virus che riguarda i compagni di classe può convincere i genitori a salvare il proprio bambino da giorni a letto. Ma attenzione a come viene raccontata l’epidemia… Se si esagera, soprattutto nei dettagli, c’è il serio rischio di venire scoperti.

e030da1161f7a4de286ae61e5aa0bae8

Devo prepararmi per l’interrogazione

La scusa dello studio è sicuramente la migliore: funziona sempre.

Rimanere un giorno a casa per studiare, approfondire e ripetere per l’interrogazione imminente convince anche il cuore più duro. Del resto è per una buona causa… la pagella! Naturalmente, questa scusa funziona solo se poi il ripasso avviene davvero!

Mal di pancia

Storica e assolutamente classica. Il mal di pancia è molto credibile, perché, a differenza della febbre, non si può misurare. Un gran mal di pancia costringe i bimbi a stare a letto. I contro? I piccoli monelli non potranno mangiare quello che vogliono a pranzo o a cena. Si dovranno accontentare di brodo o pasta in bianco!

203fac900cbd25efea9b6f56e4bc778d

La scusa sincera

Se si è sinceri non può succedere nulla di grave. E soprattutto non si sono dette delle bugie. Chiedere con gentilezza (e un pizzico di faccia tosta) ai proprio genitori di non andare a scuola è il metodo migliore. “Mamma, papà, domani vorrei non andare a scuola. Per una volta si può fare, no?“.

Divertenti e geniali tutte queste scuse.

Ma probabilmente ne esistono molte altre che voi avrete sentito magari uscire proprio dalla bocca di vostro figlio! La fantasia dei bambini non ha proprio limiti… soprattutto se si tratta di marinare la scuola!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche