Coppa Italia, Roma-Lazio 3-2: i giallorossi vincono, ma in finale ci va la squadra di Inzaghi

Calcio

Coppa Italia, Roma-Lazio 3-2: i giallorossi vincono, ma in finale ci va la squadra di Inzaghi

Coppa Italia, Roma-Lazio 3-2: i giallorossi vincono, ma in finale ci va la squadra di Inzaghi
Coppa Italia, Roma-Lazio 3-2: i giallorossi vincono, ma in finale ci va la squadra di Inzaghi

La Roma conquista ma non rimonta. Segnano Milinkovic, El Shaarawy, Immobile e due volte Salah. La Lazio sfiderá la vincente tra Napoli e Juventus.

Il tentativo l’ha fatto, la Roma. E ce l’ha messa davvero tutta per ribaltare la sconfitta del 2-0 dell’andata. Ma la Lazio di Inzaghi, puntuale e concentrata, è andata due volte in vantaggio e ha sempre stroncato ogni velleità di rimonta giallorosse. La difesa schierata da Spalletti ha ancora troppi problemi e si è rivelata del tutto incapace di gestire i ficcanti inserimenti di Milinkovic e le pericolose sterzate di Immobile. Il derby della semifinale di Coppa Italia ha ribadito la vitalità dei biancocelesti e le capacità tattiche di Simone Inzaghi. Una vittoria meritata, quella della Lazio che, all’Olimpico, ha disputato la terza finale nelle ultime cinque stagioni, la quarta nelle ultime otto.

Ecco le pagelle di Roma-Lazio 3-2.

Roma

ALISSON: 6 – Incolpevole sui gol incassati.

Ma parate fenomenali non ne effettua.

RUDIGER: 5,5 – E’ grazie al suo cross, che nasce il temporaneo 1-1. Sbanda troppo.

MANOLAS: 5 – Immobile gliele suona e gliele canta a dovere. Prima lo supera in area, nell’azione che porta alla rete di Milinkovic, poi lo fulmina in velocitá in occasione del raddoppio. Al minimo della sua forma.

JUAN JESUS: 5,5 – Senza lode né infamia. Dietro, esegue il compito ma inciampa su un paio di impostazioni elementari (dal 46′, PERES: 5,5 – Vitalità e confusione. Non determinante).

EMERSON: 5,5 – Stasera gli manca la sua verve abituale. Spinge, ma senza mordente. Due conclusioni fuori gittata e qualche triste diagonale.

PAREDES: 5 – Nervoso, falloso e impreciso. Serata da dimenticare (dal 81′, TOTTI: sv).

STROOTMAN: 6,5 – Ci mette la passione. Contrasta bene, tira e aggredisce gli avversari. Lodevole.

SALAH: 7 – Segna due volte e mette ai ferri corti Strakosha e in apprensione la difesa laziale.

NAINGGOLAN: 6,5 – Gran coraggio e spirito.

Due qualità indispensabili per giocare, con dignità, un derby. Tra i più continui della Roma.

EL SHAARAWY: 7 – Il migliore. Il suo è un gol di scaltrezza. Molto concentrato, preciso e frizzante. Meriterebbe più spazio (dal 71′ PEROTTI: 5 – Una simulazione, un paio di cross e qualche briciola. Involutivo. Spalletti dovrebbe preoccuparsi).

DZEKO: 4,5 – C’era in campo? Il confronto con Immobile lo fa uscire con la coda tra le gambe. Sbaglia un gol facile, viene troppo spesso anticipato e non trova il quid decisivo. Da dimenticare.

All. Luciano SPALLETTI: 5,5 – Era necessaria la partita perfetta ma si sono riscontrate le solite imprecisioni difensive e la medesima frenesia quando, invece, si doveva lasciare spazio al ragionamento. Un’eliminazione forse meritata.

Lazio

STRAKOSHA: 6 – Due grandi parate, una delle quali su Salah e di piede. Peccato per quell’erroraccio sul terzo gol.

BASTOS: 6,5 – Grande intervento su Strootman nel secondo tempo e un’eccellente chiusura su Salah.

DE VRIJ: 5 – Tutto bene fino al 43′, quando manca un cross di Rudiger, consegnando ad El Shaarawy il gol dell’1-1 (dal 46′, HOEDT: 5,5 – Sovrappensiero e disattento).

WALLACE: 5,5 – Salah se lo mangia in insalata due volte. Nel gioco aereo si fa sentire. Ma quando la palla è per terra, sono dolori.

BASTA: 5,5 – Contiene ma non appoggia l’azione. El Shaarawy lo punta spesso, mettendolo in difficoltá.

MILINKOVIC-SAVIC: 7,5 – Impetuoso. Segna e manda in porta Immobile. Sovrasta chiunque sui palloni alti a centrocampo. Buona anche la fase difensiva. Onnipresente.

BIGLIA: 6,5 – Regia intelligente, come sempre. Rallenta il ritmo quando è necessario e verticalizza quando ha spazio (dal 71′, MURGIA: 5,5 – Senza mordente e impersonale).

LULIC: 6,5 – Partita più generosa e poco propositiva. Fondamentale nei raddoppi.

LUKAKU: 6,5 – Un treno in corsa. Bravo anche nei ripiegamenti difensivi.

FELIPE ANDERSON: 6 – Accelerazione non particolarmente significativa. Buoni i duetti con Immobile (dal 58′, KEITA: 6 – Entra bene nel match. Si lancia, conquista gli spazi e tira).

IMMOBILE: 7,5 – In forma smagliante. Timbra il cartellino e patecipa anche nel primo gol di Milinkovic. Ha messo la firma sia all’andata che al ritorno. Infuocato. Lotta ovunque e colpisce giusto, nel posto giusto e al momento giusto.

All. Simone INZAGHI: 7 – E’ forse lui il vero vincitore di questo confronto. Prepara bene la partita e sceglie bene i giocatori titolari. Lavoro eccezionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche