Ipad Mini disabilitato: cosa fare per riattivarlo

Ipad Mini disabilitato: cosa fare per riattivarlo

Tecnologia

Ipad Mini disabilitato: cosa fare per riattivarlo

Ipad Mini

Alcuni utili suggerimenti per non rimanere impantanati di fronte a un iPad Mini disabilitato, e provvedere a riattivarlo in men che non si dica.

iPad Mini disabilitato: cosa significa

Nel linguaggio comune dei prodotti griffati Apple, un dispositivo disabilitato – che si tratti di iPhone, iPod, iPad o iPad Mini di ogni tipo – è un apparecchio sul quale è stato digitato per sei volte di seguito un codice di autenticazione – corrispondente al PIN dei normali cellulari, per essere chiari – errato, e che in virtù di questi errori perduranti, interpretati dalla macchina come un tentativo di effrazione digitale, si è bloccato in via (apparentemente) definitiva. I danno derivanti da tale processo sono, infatti, irreversibili e, a meno che non si sia stati sufficientemente previdenti da fare un backup dei dati, ciò che si trova al suo interno è irrecuperabile.

Cosa fare in presenza di un iPad Mini disabilitato

Prendiamo in esame il caso specifico degli iPad Mini, il tablet in miniatura di casa Apple di cui abbiamo già parlato a più riprese (nello specifico, fra le altre circostanze, quando abbiamo definito le misure del corpo e dello schermo, quando abbiamo enunciato le caratteristiche tecniche dei modelli con SIM, e quando abbiamo parlato dei modelli a poco prezzo attualmente disponibili). Ebbene, nel caso in cui il vostro iPad Mini risulti disabilitato, potete muovervi per riattivarlo nei modi che vi suggeriamo nelle righe seguenti.

Metodo 1: utilizzare iTunes

Questo metodo funziona solo se il dispositivo disabilitato è già stato sincronizzato in precedenza con iTunes.

Se siete stati previdenti, non dovete fare altro che collegare il dispositivo a un altro apparecchio funzionante e non bloccato, tramite cavo USB. Per l’autenticazione, non disponendo delle credenziali del dispositivo bloccato, si possono utilizzare quelle di un altro apparecchio, ad esempio quelle dello stesso Mac cui è collegato l’iPad Mini bloccato. Una volta entrati, farà tutto il programma: sincronizzazione con il device bloccato, creazione di backup. A lavoro ultimato, vi verrà chiesto cosa fare, voi scegliete senza indugio “Ripristina” per completare le operazioni.

Metodo 2: utilizzare iCloud

Entrando in iCloud, con il dispositivo disabilitato collegato – sempre via USB – a quello con cui si sta effettuando la connessione, è possibile far rilevare il dispositivo, e quindi selezionare quello su cui effettuare l’inizializzazione. A quel punto, si può effettuare il ripristino da un backup precedentemente effettuato, oppure procedere per una inizializzazione ex novo.

Metodo 3: modalità di recupero

Questa modalità è stata pensata appositamente per riattivare i dispositivi maldestramente bloccati.

Dopo aver collegato l’iPad Mini disabilitato a un computer funzionante, tenendo premuti contemporaneamente due tasti (Standby/Riattiva e Home oppure Standby/Riattiva e abbassamento del volume, a seconda dei modelli), sullo schermo apparirà il logo di Apple, e successivamente la schermata della modalità di recupero. Nella schermata successiva, selezionare “Ripristina” e attendere la nuova installazione del software e il riavvio del dispositivo, che a quel punto potrà essere nuovamente configurato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

kindle
Tecnologia

Kindle: prezzi e costi

18 novembre 2017 di Notizie

E-reader e tablet sono strumenti moderni entrati a far parte delle nostre vite. Sono estremamente utili e pratici e ci consentono di leggere libri e reperire informazioni di ogni genere su Internet.