Kolarbyn, l’albergo fatto di rifugi abbandonati nella foresta svedese

Viaggi

Kolarbyn, l’albergo fatto di rifugi abbandonati nella foresta svedese

Lo spettacolo che la foresta offre è incredibile. Il centro turistico organizza anche gite per andare a vedere castori ed alci selvatiche.

A Kolarbyn, in Svezia, qualcuno ha costruito uno degli alberghi più unici nella storia del turismo della natura internazionale.

Siamo onesti: la grande maggioranza dei luoghi abbandonati che vediamo su queste pagine è fatta di posti urbani. Palazzi, castelli, stazioni ferroviarie, posti in cui qualcosa è stato costruito dall’uomo e successivamente lasciato al degrado e alle piante. E se dessimo un’occhiata a un posto in una foresta? E se quel posto fosse stato trasformato in un albergo?

kolarbyn_2014d

Nella foresta di Bergslagen, vicino al villaggio di Skinnskatteberg (buona fortuna a pronunciare il suo nome), ci sono da centinaia di anni dei rifugi scavati nel terreno, in un sito chiamato Kolarbyn. Sono stati costruiti dai taglialegna del villaggio, impegnati tradizionalmente nella produzione del carbone, per poter continuare a lavorare durante l’inverno e avere un posto caldo dove riposare.

sven_raberg

Il carbone era creato con tecniche tradizionali, bruciato sul posto in buchi ricoperti di terra.

Ma negli anni ’50 l’industria si era spostata verso fonti di energia migliori, e il posto venne abbandonato completamente dagli abitanti. Fino al 1996.

Quell’anno, gli abitanti decisero di ricordare il passato del villaggio ricostruendo i rifugi distrutti e insegnando le antiche tecniche carbonifere ai giovani. Una volta concluse le celebrazioni, però, a qualcuno venne un’idea: e se usassimo quei rifugi per farci un’attrazione turistica?

kolarbyn

Detto fatto. Oggi è possibile passare qualche giorno a Kolarbyn, in un luogo senza energia elettrica e acqua corrente. Per farvi un caffè, dovete accendere il fuoco, prendere l’acqua dalla fonte, recuperare il macinato dalla baracca delle provviste e farvelo vecchio stile su un fuoco da campo. Un’esperienza unica, in cui si può staccare completamente dalla vita moderna, e recuperare il contatto con la natura che i nostri antenati vedevano come naturale.

Ringraziamenti a Wild Sweden per le foto.

1 / 5
1 / 5
Lo spettacolo che la foresta offre è incredibile. Il centro turistico organizza anche gite per andare a vedere castori ed alci selvatiche.
Il fuoco da campo comune dove gli ospiti possono preparare cibo, sperando di non beccare animali curiosi.
sven_raberg
I rifugi sono pensati per mimetizzarsi nella foresta, e per mantenere il caldo il più possibile.
L'interno di uno dei rifugi, caldo e confortevole (e senza nessun tipo di elettricità).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche