Tv Sony: guida completa sui modelli migliori

Tecnologia

Tv Sony: guida completa sui modelli migliori

Tv Sony

Andiamo a vedere i migliori modelli di TV del colosso top di gamma Sony, che ha immesso in commercio varie tipologie di televisori classificati nelle fasce di mercato, con prezzi e specifiche davvero molto interessanti.

Come ben sapete, i nuovi televisori odierni, sono dotati di tecnologie all’avanguardia, in grado di integrare varie funzioni molto interessanti, come la visione dei contenuti multimediali da una memoria esterna (chiavetta usb, hard disk ecc), sincronizzazione con un dispositivo (smartphone e tablet), e la navigazione all’interno del browser internet proprio come un personal computer (i modelli smart TV).

Durante l’acquisto di un televisore, molto probabilmente ci poniamo delle domande riguardo la scelta dei modelli presenti sul mercato attuale e quale tecnologia scegliere. Attualmente sono presenti tantissimi modelli a partire dalle TV LCD, TV LED, TV OLED, fino ad arrivare alle ultime TV Ultra HD 4K. Che differenza c’è tra tutti i modelli presenti? Andiamo a vedere tutte le novità nel dettaglio, analizzando i principali modelli presenti di casa Sony, caratteristiche e funzionalità ed il loro prezzo di vendita.

Sony Tv

Esistono varie tipologie di display, che lavorano in modo diverso per produrre gli stessi risultati.

Infatti ogni tecnologia ha i suoi Pro e Contro. Ecco le principali tecnologie di TV presenti:

  • TV al plasma: queste principali TV si presentano con un pannello cosiddetto al plasma, che contiene milioni di piccole celle riempite con una miscela di gas inerti al suo interno. In termini tecnici, l’elettricità stimola i gas presenti, permettendo così di illuminare i pixel sullo schermo in modo da visualizzare le immagini. La tecnologia al Plasma è superiore alle TV LCD in termini di contrasto e precisione del colore, ma è praticabile solo su schermi di grandi dimensioni (da schermi 42 pollici in su) ed è stata eliminata da quasi tutti i produttori, quindi attualmente non esiste più in commercio.
  • TV LCD: il termine tecnico LCD, sta a significare il tipo di display a cristalli liquidi, composto da vari strati: filtro polarizzante, lamina di vetro, elettrodo, strato di allineamento, cristalli liquidi. Applicando corrente elettrica ai cristalli vengono separati secondo vari gradi, a seconda della tensione della corrente.

    La quantità di luce che passa è controllata dal meccanismo di unione/separazione. I televisori LCD adottano la tecnologia degli schermo a cristalli liquidi, e sono stati sostituiti dalle TV LED, molto più efficienti e a inferiore consumo energetico.

  • TV LED: questi televisori sono retroilluminati da una serie di LED direttamente dalla parte posteriore interna della TV, e permettono di visualizzare in modo più efficace aree di luminosità e oscurità adiacenti, migliorando notevolmente il contrasto rispetto alle tecnologie precedenti. Proprio per questo, i TV LED hanno una gamma di colori più ampia rispetto ai TV LCD. La tecnologia LED, applicata sui nuovi televisori LCD, serve a migliorare notevolmente la qualità e la definizione delle immagini, ottenendo neri molto più significativi ed aumentando di molto il valore del contrasto, che in una TV LCD con tecnologia LED può arrivare fino a 5.000.000:1.
  • TV EDGE LED: nelle TV EDGE LED, tutti i LED presenti sono montati lungo i bordi del pannello interno, in modo da offrire degli alti livelli di contrasto (superiori alle TV LCD). Nonostante la qualità sia migliore rispetto gli schermi CCFL, la profondità del nero non è abbastanza elevata e se si osserva da vicino, l’area perimetrale dello schermo risulta essere maggiormente illuminata rispetto quella centrale.

    Il vantaggio di acquistare una TV Edge LED sta nel prezzo: infatti le TV LED sono più economiche rispetto agli altri modelli di fascia alta.

  • TV OLED: la retroilluminazione OLED (Organic Light Emitting Diode) presente nelle TV attuali, permette di ottenere colori migliori e maggiore contrasto, consentendo agli schermi di essere estremamente sottili e flessibili e nello stesso tempo offrire maggiori prestazioni in campo visivo. Per il momento il colosso LG adotta la tecnologia proprietaria WRGB, che aggiunge un sub-pixel bianco ai tradizionali rosso, verde e blu e, in questo modo, propone uno spettro ancora più ricco di colori estremamente realistici. La tecnologia OLED si sta posizionando come il punto di riferimento del mercato Home Entertainment.
  • TV QLED: il termine QLED sta per Quantum Dot Light Emitting Diode punta a essere un ulteriore passo avanti rispetto alla tecnologia precedente OLED. Infatti grazie alla nuova tecnologia, i nuovi televisori non necessitano della retroilluminazione che invece serve ai TV LCD, e si presentano con delle dimensioni davvero contenute, con uno spessore minimo (il modello LG W7 ha uno spessore di soli 2,57 mm).
  • TV curvo: a differenza dei vecchi televisori a tubo catodico, diverse aziende stanno adottando delle curve all’interno del pannello TV.

    L’idea è quello di rendere ogni pixel equidistante dagli occhi, offrendo una visione ottimale. Ma attualmente diverse persone hanno riscontrato vari difetti durante il suo funzionamento: infatti se ti siedi abbastanza lontano da un lato, la curva inizia notevolmente ad influenzare la geometria dell’immagine da visualizzare, compromettendo la visione dell’immagine stessa.

  • TV HDR: in termini tecnici, HDR sta per High Dynamic Range. I televisori HDR sono più sofisticati e sono in grado di offrire migliori bianchi e neri, ma anche un maggior numero di colori, anche se attualmente non esistono molti contenuti in HDR. HDR offre la possibilità di preservare i dettagli dell’immagine presenti nelle aree più chiare e più scure, ed i colori appaiono molto più vicini a quelli che si vedono nel mondo reale. Detto questo, l’HDR supera quindi il concetto di Ultra HD.
  • Televisori Ultra HD 4k: ultra HD è la tecnologia dell’alta definizione per i nuovi schermi televisivi con risoluzione 4K.

    I nuovi schermi che adottano tale tecnologia infatti, offrono un’esperienza davvero sorprendente, sia per quanto riguarda la profondità del dettaglio e anche per la qualità dell’immagine. Il Full HD diventa così Ultra HD, passando così dalla risoluzione 1920×1080 a quella 3.840×2.160. La nuova tecnologia con un maggior numero di pixel, consente infatti di cogliere un dettaglio estremamente superiore, con una sensazione di coinvolgimento reale soprattutto per quanto riguarda le immagini panoramiche. Il 4K è conosciuto anche come Ultra HD, ed è una risoluzione capace di rappresentare quattro volte i pixel di uno schermo Full HD, quindi ben quattro schermi Full HD posizionati vicini, a formare un singolo televisore dalle prestazioni in termini visivi davvero all’avanguardia. I codec utilizzati per la nuova risoluzione, sono H.265 o HEVC (High Efficiency Video Codec).

Ma a che distanza posizionarsi? Di solito la regola è sempre quella: minore è la distanza e migliore è la sensazione del dettaglio. Rispetto alle TV tradizionali però, esiste una distanza dimezzata: in passato con le “vecchie tecnologie”, si consigliava una distanza pari a 3 volte l’altezza del televisore, ora però le cose cambiano, e quindi si arriva a consigliare una distanza pari a 1,5 volte tale valore, per godere di tutte le sensazioni visive della TV.

Per poter usufruire del 4K c’è ovviamente bisogno dei contenuti adatti, che a loro volta sono forniti da alcuni servizi a pagamento, proprio come la piattaforma Infinity ( di proprietà Mediaset), che è entrata nell’ambito dei servizi in 4K in esclusiva sui televisori Samsung compatibili, inizialmente.

Successivamente c’è Sky, con i nuovi decoder Sky+ Pro, che promettono di rivoluzionare l’esperienza dei decoder satellitari sulle nuove TV 4K.

Refresh rate

Il termine Refresh Rate, è un valore che indica la frequenza di aggiornamento delle immagini sul display, e può essere di 50Hz, 100Hz o 200Hz. Per quanto riguarda il mercato degli Stati Uniti D’America invece, il valore varia passando ai 60Hz, 120Hz e 240Hz.

Supporto alla tecnologia 3D

Il supporto alla nuova tecnologia 3D consente di migliorare la profondità delle immagini riprodotte sul display del televisore, sfruttando la vasta gamma di tecnologie mediante appositi occhiali. Con la nuova tecnologia in commercio, saranno riprodotti immagini abbastanza realistiche e di ottima qualità, rispetto ai modelli di televisori precedenti.

Connettività

La maggior parte dei televisori odierni, integrano varie porte HDMI, l’ideale per collegare i vari dispositivi come lettore DVD/Blu Ray, console di gioco ecc. E’ importante controllare anche il numero delle porte USB disponibili nel TV, per collegare i vari dispositivi esterni proprio come chiavette usb, hard disk, e device come i dongle HDMI, smartphone, tablet.

Consumo energetico

Altro parametro fondamentale da tenere in considerazione durante l’acquisto di un televisore, è sicuramente il consumo energetico dell’apparato, soprattutto per chi lo utilizza per diverse ore durante l’arco della giornata. E’ consigliabile acquistare un modello di TV con classe energetica alta, partendo da A+, fino ad arrivare alla migliore A+++.

Migliori modelli

Andiamo a vedere i migliori modelli di TV prodotti dall’azienda Sony disponibili alla vendita, elencando tutte le specifiche tecniche ed i prezzi in base alle relative fasce di prezzo. Naturalmente negli ultimi anni, le varie aziende che operano nel settore hi-tech hanno proposto e continuano a proporre sul mercato numerosi tipi di televisori. Nell’elenco che seguirà, vi proporremo una selezione di vari modelli di TV di casa Sony, che secondo il nostro punto di vista è consigliabile acquistare per ragioni diverse, tenendo in considerazione i vari parametri fondamentali: costo più contenuto, specifiche tecniche di alto livello, rapporto qualità/prezzo e materiali utilizzati per produrre i device.

Modelli tra 500 e 700 euro

Sony KDL40WD653

Modello di TV di casa Sony, con uno schermo da 40 pollici di diagonale, avente una risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel. Adotta la nuova tecnologia LED, ed integra la connettività WiFi, una porta Ethernet, 2x porte usb e 2x HDMI.

Sony KDL49WD757

Un altro interessante televisore di casa Sony, con uno schermo da 49 pollici di diagonale con risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel, LED, con 2x uscite HDMI, 2x porte usb e la classica connettività WiFi, con interfaccia TV Coomon Interface Plus (CI+).

Sony KDL49WD758

Smart TV con un display da 49 pollici di diagonale, con risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel, con la nuova tecnologia LED. Il sintonizzatore è un DVB-S2, ed integra 2x porte usb, 2x porte HDMI e la connettività WiFi.

Sony KD-43X8305C

Ecco un altro modello di televisore dal nome identificativo KD-43X8305C di casa Sony, che si presenta con uno schermo da 43 pollici di diagonale (dimensione effettiva di 108 cm), ed adotta la nuova tecnologia Edge LED, con sincronizzazione digitale DVB-T2 – DVB-S. La risoluzione del display è di tipo 4K Ultra HD da 2840 x 2160 pixel, con al suo interno il sistema operativo Android (Smart TV). Lato connettività, integra 3x porte usb, 4x HDMI e 2x uscite audio.

Modelli superiori a 800 euro

Sony KD-55XE7004

Televisore con un ampio schermo da 55 pollici di diagonale, progettato con la nuovissima tecnologia Edge LED 4K HDR. Il Sony KD-55XE7004 è una Smart TV con browser internet integrato, connettività WiFi e Screen Mirroring, con sintonizzatore DVB-T2.

Sony KD55XD8005

Questo modello si presenta con un prezzo decisamente alto ma progettato con tecnologie di ultima generazione. Infatti il display a bordo è da 55 pollici di diagonale, con risoluzione Ultra HD 4K da 3840 x 2160 pixel LED, MotionFlow XR, ed integra 4x porte HDMI per il collegamento di vari dispositivi esterni (lettori BluRay, DVD, console game ecc), 3x porte usb, 1x Ethernet.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche