×

14enne uccide la sorella disabile a coltellate per imitare una scena di una serie TV

Uccide la sorella disabile a coltellate e poi dichiara agli agenti: "Per il McDonald avrei ucciso anche prima".

Claire Miller

Una vicenda agghiacciante giunge alle nostre cronaca dalla Pennsylvania, USA, dove una ragazza adolescente uccide la sorella disabile a coltellate. Ciò che rende cupa questa vicenda sono i dettagli forniti alla polizia e la motivazione.

14enne uccide la sorella disabile a coltellate per imitare una scena di una serie TV

L’assassina è un’adolescente di 14 anni che, stando ai primi rilievi, potrebbe essere affetta da disturbi psichiatrici non diagnosticati in precedenza. La vittima è la sorella della killer, 19enne paralizzata e affetta da una paralisi cerebrale che la costringeva in sedia a rotelle. La 14enne ha ucciso la sorella accoltellandola alla gola per imitare il noto personaggio horror Michael Myers.

L’inquietante dichiarazione dell’assassina

Gli agenti di polizia sono stati contatti proprio dall’assassina che forse non si era resa nemmeno conto di ciò che era successo.

Una volta giunti sulla scena del crimine, infatti, i poliziotti hanno mantenuto la calma e trattato la bambina come se non fosse successo nulla. Quando la 14enne è stata portata via dagli agenti, questi le hanno offerto un menù del McDonald ed è qui che la vicenda diventa cupa. La ragazzina, dopo aver scoperto che avrebbe mangiato un panino del noto fast food, ha dichiarato agli agenti: “Oooh, McDonald’s, avrei ucciso qualcuno prima se avessi saputo che avrei preso McDonald’s”.

Contents.media
Ultima ora