I 5 diuretici naturali migliori contro la cellulite
I 5 diuretici naturali migliori contro la cellulite
Wellness

I 5 diuretici naturali migliori contro la cellulite

diuretici naturali
5 iuretici naturali contro la celullite

Vi sentite appesantite e piene di cellulite e rotolini di troppo? Vediamo insieme quali sono i 5 diuretici naturali migliori contro la cellulite.

Quando si decide di iniziare una dieta è bene tenere conto che oltre all’alimentazione bisogna anche curare il proprio corpo attraverso l’attività fisica. Non sempre però l’attività fisica aiuta a contrastare la cellulite e la buccia d’arancia e spesso è bene ricorrere a rimedi naturali che possono aiutare a contrastarla. Esistono infatti dei diuretici naturali che aiutano a contrastare la cellulite, eliminare le tossine e depurare l’organismo. Vediamo insieme quali sono.

-

Diuretici naturali

Vediamo insieme quali i sono i 5 migliori diuretici naturali.

ANGURIA: l’anguria è un alimento diuretico naturale, grazie all’elevato contenuto di acqua. L’anguria è un frutto disintossicante poichè ricco di amminoacidi, e licopene. Questo frutto è alcalinizzante e mineralizzante, rafforza il corpo e aiuta ad allargare le vene, evitando che i liquidi si accumulino nei tessuti.

ASPARAGI: gli asparagi hanno un elevato contenuto di fibre utili al funzionamento dell’intestino e un basso contenuto di calorie. Grazie all’alto contenuto di asparagina questi ortaggi aiutano a eliminare la sindrome premestruale, i dolori dell’artrite, la ritenzione idrica e il dolore reumatico.

CARCIOFI: i carciofi contengono flavonoidi e acido caffeico che determinano un forte effetto diuretico.

Per questo motivo i carciofi migliorano la funzione dei reni.

CAROTA: la carota accelera il metabolismo e disintossica il corpo poichè è considerata uno dei migliori diuretici naturali. Grazie ad antiossidanti, vitamine e minerali purifica il corpo e ne porta diversi benefici.

CETRIOLO: il cetriolo è un eccellente diuretico naturale grazie al suo alto contenuto di acqua. Il cetriolo inoltre diminuisce la ritenzione idrica grazie al contenuto di silicio e zolfo.

Alimenti diuretici

Ecco quali sono alcuni tra gli alimenti più diuretici.

MELANZANA: grazie all’alta percentuale di flavonoidi e acqua la melanzana può essere considerata un ottimo diuretico naturale. La melanzana aiuta anche a perdere peso se lessata.

MIRTILLI: grazie all’elevato potere antibiotico i mirtilli sono considerati un eccellente diuretico naturale. Grazie ai mirtilli si potranno inoltre curare i problemi legati alla vescica e le infezioni urinarie (es: cistite).

POMODORO: il pomodoro contiene acqua, beta-carotene, vitamina C, selenio, antiossidanti e licopene che sono utili per prevenire i radicali liberi.

SEDANO: il sedano contiene alti livelli di sodio, ma è utile a disintossicare il corpo perchè i suoi semi aumentano la produzione di urina e l’escrezione di acido urico.

UVA: i livelli molto bassi di sodio rendono l’uva utile a eliminare correttamente le tossine attraverso l’urina.

Inoltre, grazie all’elevata percentuale di potassio è considerata un frutto altamente diuretico.

Cocomero

Uno degli alimenti più diuretici è sicuramente il cocomero. Quando parliamo di “Cocomero” o “Anguria” intendiamo un frutto commestibile della pianta chiamata “Citrullus Vulgaris”. Il cocomero contiene buone quantità di carotenoidi, sali minerali, acqua e appartiene al VI gruppo degli alimenti. La pianta del cocomero appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae. Il cocomero ha origine dall’Africa ed è disponibile anche in Italia nel periodo estivo, poichè cresce nei climi tropicali.

Grazie al suo alto contenuto di citrullina il cocomero è conosciuto per il suo effetto afrodisiaco. La citrullina è molto importante per migliorare il ciclo dell’urea e le difese immunitarie. Il cocomero inoltre è un ottimo alimento per il nostro copro poichè favorisce l’idratazione corporea grazie all’alto contenuto di acqua, sali minerali e vitamine. Il cocomero presenta anche un alto tasso di potassio e fruttosio. Grazie agli zuccheri semplici l’apporto energetico del cocomero è abbastanza limitato.

Pomodori

Il pomodoro è un frutto annuale appartenente alla famiglia delle Solanaceae che viene utilizzato come alimento in molti paesi del mondo.

Ha origine dall’America Sud-occidentale (Cile, Ecuador, Perù) e soltanto intorno al 1500 inizia a essere importato in Italia e coltivato e utilizzato in cucina a partire dalla fine del ‘700. Il pomodoro inizialmente veniva consumato dalla popolazione povera e dei lavoratori in Italia, mentre in Francia era molto amato dalla corte dei re.

Il nome “Pomodoro” si lega al pensiero che il frutto fosse di colore giallo o oro. Durante il Settecento i Siciliani chiamavano il pomodoro con il termine “Pumaramuri”, ovvero “Pomo d’Amore”, mentre i Francesi utilizzavano il nome “Pomme d’Amour”. In passato si pensava infatti che il pomodoro rappresentasse il seno femminile e che tra le sue tante proprietà ci fosse il fatto di essere un potente afrodisiaco. Il frutto del pomodoro può essere di varie dimensioni.

FRUTTO GRANDE: a questa categoria appartengono il pomodoro Cuore di Bue e il pomodoro Verde Insalataro.

MEDIO: per quanto riguarda questa categoria possiamo trovare il pomodoro Perino, il pomodoro San Marzano, il pomodoro Ciliegino e il pomodoro Camone.

FRUTTO PICCOLO: in questa categoria possiamo trovare il pomodoro Ciliegia, il pomodoro Datterino e il pomodoro del Vesuvio.

Grazie al suo alto contenuto di licopene, il pomodoro può essere considerato un antiossidante che aiuta a prevenire i tumori alla prostata.

Nell’ambito medico il pomodoro può creare allergie e intolleranze a causa di diverse proteine allergizzanti come alfa-fructofuranosidase, pectinesterasi, 2Apoligalatturonasi, superossido dismutasi e chitinosi.

Carote

“Daucus Carota” è il termine scientifico che viene utilizzato per identificare la pianta erbacea che comunemente viene chiamata “Carota” e che trae le sue origini dalle zone temperate europee. La carota appartiene alla famiglia delle Ombrellifere e inizialmente veniva coltivata nell’Antico Egitto, Afghanistan, Iran e Pakistan. Fu soltanto nel Settecento che furono selezionate le carote arancioni in Olanda. Esistono però altre varietà di colori. I colori più noti delle carote sono infatti bianco, arancione, viola, viola a pasta viola, viola a pasta arancione, giallo, rosso e nero.

Grazie al suo alto contenuto di caroteni le carote sono ottime per la vista. Le carote inoltre, presentano un contenuto alto di fibra che aiuta la regolarità dell’intestino e inoltre contribuiscono all’assorbimento dei liquidi a livello intestinale. Le carote infine sono ottimi alleati sul sistema cardiovascolare, poichè contengono una buona fonte di flavonoidi che sono dei veri e propri pigmenti antiossidanti.

Bevande diuretiche

Vediamo insieme quali sono le 3 migliori bevande diuretiche.

TISANA AL FUCUS: mescolando 10 gr di fucus, 5 gr di semi di finocchio, 5 gr di foglie di tè verde e 10 gr di bardana si può ottenere una tisana dall’effetto sia diuretico che snellente. Per preparare questa tisana al meglio bisogna lasciare bollire le erbe per 10 minuti e lasciare riposare il tutto per altri 10 minuti.

TISANA ALLA MALVA: immergendo in 1 tazza d’acqua 2 cucchiaini di foglie di malva è possibile preparare un’ottima tisana dall’effetto diuretico e disinfettante delle vie urinarie. Per migliorare il sapore della tisana si possono aggiungere anche 1 litro di acqua e 30 grammi di fiori di malva.

TISANA ALL’EQUISETO, FINOCCHIO E BETULLA: utilizzando fiori come equiseto, ortosiphon in foglia, foglie di betulla, foglie di frassino, pianta e radice di tarassaco è possibile ottenere un’ottima tisana diuretica. Il tempo di infusione della tisana è circa di 10 minuti.

Erbe diuretiche

Vediamo quali sono le 5 migliori erbe diuretiche.

CENTELLA ASIATICA: è utile in caso di fragilità capillare, edemi e gambe gonfie e insufficienza venosa, poichè aiuta a stimolare la produzione di collagene che dona resistenza ai tessuti connettivi. La centella asiatica deve essere assunta 3 volte al giorno durante i principali pasti.

EDERA: viene spesso utilizzata per i trattamenti anticellulite grazie alle proprietà vasocostrittrici delle sue foglie. Bisogna usare l’olio di edera per almeno 30 giorni per vedere i risultati.

GAMBO D’ANANAS: grazie all’alto contenuto di bromelina il gambo d’ananas aiuta a drenare i liquidi corporei e sgonfiare gli edemi. Il gambo d’ananas va assunto in compresse da 300 gr per 2-3 volte al giorno.

Come perdere liquidi

Tra i prodotti più forti e funzionanti per perdere liquidi possiamo trovare la crema Barò, una crema anticellulite totalmente Made in Italy, ideata dalla dottoressa, laureata presso la Facoltà di Farmacia di Pavia, Giovanna Menegati. La crema combatte la cellulite grazie alle sue proprietà antiossidanti, drenanti e detox. Barò è perfetta da utilizzare nei punti più critici del corpo ed è senza alcol, parabeni, paraffine e vaseline, oltre che non testata sugli animali. Per saperne di più, è possibile cliccare sull’immagine seguente-

-
Vediamo insieme alcune delle recensioni positive più significative:

“Da sempre ho problemi di cellulite sotto ai glutei, ho provato varie diete e a bere tanta acqua, ma l’accumulo difficilmente è andato via. Ho provato con varie creme corpo senza risultati e spendendo anche tanti soldi. Mi hanno consigliato questa crema naturale e la sto usando da due settimane, i risultati sono leggeri per il momento ma non demordo” (Federica, 29 anni).

“Ho acquistato il prodotto demoralizzata in quanto mi hanno sempre consigliato i massaggi per la cellulite. Uso da 2 mesi la crema e devo dire di aver migliorato le gambe, aspettavo una totale rimozione ma per adesso sono contenta così” (Gaia, 33 anni).

Ingredienti naturali

Gli ingredienti naturali della crema Barò sono:

ESTRATTI DI SEMI DI UVA ROSSA BIOLOGICA: favorisce la microcircolazione arteriosa, riuscendo così ad eliminare la ritenzione idrica che è la causa principale della cellulite.

CERAMIDE III: mantiene e ripristina la nostra barriera epidermica.

Per acquistare la crema Barò è necessario collegarsi al sito ufficiale del prodotto e registrarsi. Dopo essersi registrati sarà possibile scegliere e compilare il modulo di spedizione. Il pagamento può essere fatto in contrassegno nel momento in cui il corriere verrà a consegnare il prodotto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Eleonora Cattaneo 589 Articoli
Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.