Ancelotti CT Italia, la Figc ha contattato il tecnico: le sue condizioni
Ancelotti CT Italia, la Figc ha contattato il tecnico: le sue condizioni
Sport

Ancelotti CT Italia, la Figc ha contattato il tecnico: le sue condizioni

Ancelotti CT Italia

La Figc ha contattato Carlo Ancelotti, proponendogli il ruolo di Commissario Tecnico della Nazionale. Ma prima di accettare l'ex tecnico del Bayern Monaco vuole avere carta bianca.

La Figc ha contattato Carlo Ancelotti CT Italia. Ma prima di accettare l’ex tecnico del Bayern Monaco vuole carta bianca. Bianchissima, Quasi immacolata. Vuole innanzitutto la sicurezza di avere determinate situazioni chiare. Ma non solo. Vuole anche uno staff tecnico tutto suo. Magari con un certo Paolo Maldini come possibile assistente o anche nel ruolo di Team Manager.

Ancelotti CT Italia

Carlo Ancelotti è stato contattato dalla Figc, che gli ha proposto il ruolo di Commissario Tecnico della Nazionale. Ma l’ex allenatore del Bayern Monaco prima di accettare vuole avere assolutamente carta bianca, bianchissima. Quasi immacolata. Ma il contatto c’è stato. La Figc ha individuato in Carlo Ancelotti la figura ideale per il nuovo CT. Si è trattato comunque di un contatto del tutto ufficioso. Da qui ad un eventuale possibile annuncio ne passerà di acqua sotto i ponti.

Nel frattempo, Ancelotti aspetta a Vancouver. Non ha la necessità di sistemarsi per forza in questa stagione.

Le possibili destinazioni preferite sarebbero comunque Londra (sponda Chelsea) e Parigi. Ma Coverciano non sarebbe visto come un ripiego da parte dell’ex allenatore del Milan. Con ogni probabilità sarà Michele Uva, direttore generale della Figc e vice Presidente Uefa, ad avviare la trattativa. Entrambi erano insieme nel Parma di Tanzi, prima del disastro finanziario.

Ma, come già accennato in precedenza, Ancelotti prima di accettare il ruolo di Commissario Tecnico ha bisogno di avere carta bianca. In primis, vuole la sicurezza di avere situazioni ben chiare. Poi vuole uno staff tecnico tutto suo, magari con un certo Paolo Maldini come assistente o comunque nel ruolo di Team Manager. Inoltre, vuole che non ci siano malintesi e storie strane. In altre parole: non gli piacciono alcuni personaggi che in questo periodo di difficoltà del calcio italiano hanno fatto la parte dei leoni.

Deve essere tutto chiaro, in pratica. Se alla fine dovesse decidere di accettare, dirà subito chiaramente che non farà come Antonio Conte.

Ci saranno delle altre condizioni pesanti. A partire dall’ingaggio, che per la Figc sarà notevole.

Le parole di Ulivieri

Nel frattempo, nella giornata di ieri, Renzo Ulivieri, ha già tracciato l’identikit di quello che sarà il prossimo Commissario Tecnico della Nazionale. Dovrà essere un allenatore che capisca ciò che si può insegnare in breve tempo. Che sappia di calcio e che faccia calcio con il poco tempo a propria disposizione. Deve avere personalità, presenza e deve essere in grado di reggere alla critica. Perchè la figura del CT è sovraesposta da un punto di vista mediatico.

Come racconta la sua storia, Ancelotti aggiunge anche un’altra caratteristica in più rispetto all’identikit tracciato da Ulivieri. In Europa ha praticamente vinto tutto. Conosce il calcio di questo continente quasi come nessun altro. In più la gente gli vuole bene e questo vale anche per buona parte dei calciatori.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche