×

Bonus TV 2021 senza ISEE: come richiederlo? Requisiti e modulo

Con il passaggio al nuovo standard DVB-T2, molti italiani potranno ottenere il nuovo bonus TV 2021 senza Isee: di seguito tutto ciò che c'è da sapere.

Come si richiede il Bonus Tv 2021 senza Isee?

Dal primo settembre 2021 ci sarà il passaggio dal DVBT2 al DVTD4: in molti saranno costretti a sostituire il vecchio televisore oppure a munirlo di un apposito e nuovo decoder esterno. In vista di ciò, il governo ha preso la decisione di venire quanto più possibile incontro alle famiglie, introducendo un bonus TV dal valore di 50 euro, che può essere usufruito solo dalle famiglie con Isee inferiore a 20 mila euro.

Tuttavia, a questo incentivo se ne aggiunge un altro che può, invece, raggiungere un valore massimo pari a 100 euro.

Bonus Tv 2021 senza Isee: quanto vale? E chi può usarlo?

Giancarlo Giorgetti, ministro dello sviluppo economico, da poco ha firmato un decreto attuativo che rende operativo il nuovo bonus rottamazione Tv. Esso può essere utilizzato da tutti, in quanto non tiene conto dell’Isee. Queste informazioni sono state rese pubbliche dal sito del Ministero dello sviluppo economico.

Il Bonus Tv è uno sconto del 20% sull’acquisto di un nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro. Può essere richiesto da tutti gli utenti residenti in Italia, intestatari del canone Rai e quelli con più di 75 anni di età compiuti nel 2020. Come accennato, non ci sono limiti di Isee, al contrario del vecchio bonus da 50 euro sui decoder, il quale, c’è da sottolinearlo, resta ancora valido ed è cumulabile fino a 130 euro, ma ha un tetto reddituale di 20mila euro.

Bonus Tv 2021 senza Isee: la prova della rottamazione del vecchio apparecchio

Per poter beneficiare comunque di questo Bonus Tv 2021 è necessario rottamare un televisore, che deve essere stato acquistato prima del 22 dicembre 2018. Il vecchio tv si può essere portarto dal rivenditore o in un’isola ecologica autorizzata, dove verrà rilasciato un modulo che attesta non solo l’avvenuta consegna del dispositivo, bensì anche la documentazione necessaria per richiedere lo sconto sul prezzo di acquisto.

Bonus Tv 2021: come capire se la tv va cambiata

Comunque, una volta che il venditore avrà controllato la disponibilità delle risorse collegandosi con la piattaforma apposita dell’agenzia delle Entrate, applicherà lo sconto. Il commerciante recupererà poi la somma come credito d’imposta.

Il bonus per la rottamazione tv si potrà ricevere fino al termine del 2022, almeno in linea teorica. 

Ma come si fa a capire se la tv va cambiata? Un apparecchio comprato dopo gennaio 2017 di base dovrebbe essere pronto per l’alta definizione e, dunque, per il salto tecnologico da Mpeg2 a Mpeg4. Ad ogni modo, per verificarlo, è sufficiente sintonizzarsi sui canali già in hd, come il 501 di RaiUno o il 505 di Canale 5, ad esempio: se si vedono, significa che non è necessario cambiare la propria televisione.
La maggior parte delle volte solo i televisori acquistati dalla fine del 2018 sono predisposti per lo standard Dvb-T2. Per verificare ciò, basta effettuare una risintonizzazione e visualizzate i canali 100 e 200: se apparirà la scritta “Test HEVC Main10“, è un buon segno. In caso contrario, a fine giugno 2022, purtroppo la tv non funzionerà più.

Contents.media
Ultima ora