Canone Rai 2018, tutte le regole per l'esenzione
Canone Rai 2018, tutte le regole per l’esenzione
Economia

Canone Rai 2018, tutte le regole per l’esenzione

Canone Rai 2018

Ultra settantacinquenni e non possessori di apparecchio tv sono esentati dal pagamento del Canone RAI. Ecco cosa occorre fare.

Sono state rese note tutte quelle che sono le regole da osservare per quanto riguarda l’esenzione del canone Rai 2018. In particolar modo, sono esentati dal pagamento coloro che non possiedono un apparecchio televisivo e le persone ultra settantacinquenni con un reddito familiare inferiore agli 8000 euro. Attenzione, però. Il modello da presentare per accedere all’esenzione totale, va presentato entro l’inizio dell’anno di riferimento. Vediamo, allora, chi può non pagare il Canone e quali sono le modalità di pagamento applicate quest’anno.

Canone Rai 2018

Ufficialmente c’era tempo fino al 31 gennaio 2018 per comunicare all’Agenzia delle Entrate che non si possiede un apparecchio televisivo. Stesso discorso vale per le persone esentate dal pagamento per superamento dei limiti di età, 75 anni, a patto che il reddito familiare non superi gli 8000 auro. Chi non ha presentato domanda entro la fine del 2017, non avrà diritto, per quest’anno, all’esenzione totale.

Inviando, però, la richiesta adesso, sarà possibile ottenere l’esenzione per il secondo semestre dell’anno. La domanda può essere inviata sia telematicamente che per posta ordinaria. L’importo intero del Canone, 90 euro, sarà suddiviso nelle bollette dell’elettricità fino a ottobre di quest’anno.

I cambiamenti al sistema

Alla base del nuovo sistema di esenzione del Canone Rai c’è la Legge di Stabilità del 2016, che ha introdotto quella che è stata definita come “presunzione di detenzione dell’apparecchio tv”. In altre parole, basta possedere un’utenza elettrica affinché l’Agenzia delle Entrate presuma che si possegga automaticamente anche un televisore. Con il medesimo provvedimento si è anche deciso di addebitare sulla bolletta il pagamento del canone Rai per uso privato. Come comunicato dalla stessa Agenzia delle Entrate, per superare e per evitare questo addebito in bolletta, tutti i cittadini che non possiedono un televisore devono presentare una dichiarazione sostitutiva. Occorre, cioè, testimoniare che in nessuna delle abitazioni in cui si possiede un’utenza elettrica sia presente un apparecchio tv. Nemmeno se in possesso di un altro componente della famiglia. Tale comunicazione può essere effettuata anche da parte di un erede.

Le regole

Come bisogna fare dunque per poter ottenere l’esenzione del canone Rai 2018? Il modello di dichiarazione sostitutiva di cui abbiamo parlato in precedenza è disponibile sia sul sito internet della Rai che su quello dell’Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui non ci sia la possibilità di un invio telematico, è prevista la presentazione del modello tramite servizio postale, insieme ad un documento di riconoscimento valido. È necessario inviare la richiesta in un plico raccomandato senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Non solo. La dichiarazione sostitutiva può essere presentata anche attraverso posta elettronica certificata. La dichiarazione di non detenzione avrà una validità totale di un anno. Presentando domanda entro il 31 luglio 2018 si è ancora in tempo a farsi esentare dal pagamento del secondo semestre di Canone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Huawei P10 Lite 32GB 4GB Ram Black - Nero
209 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora