×

Coppa Italia, coprifuoco alle 24 per il pubblico di Atalanta-Juventus al Mapei Stadium

Il ministro Speranza ha firmato l'ordinanza che sposta alle 24 il coprifuoco per i tifosi presenti al Mapei Stadium per la finale di Coppa Italia.

Coppa Italia coprifuoco

La finale di Coppa Italia segna la ripartenza del calcio con i tifosi, pronti a sostenere dagli spalti la propria squadra del cuore: per il pubblico presente al Mapei Stadium in occasione del match Atalanta-Juventus il coprifuoco è stato posticipato di un’ora.

Come stabilito dall’ordinanza recentemente firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, solamente per la serata del 19 maggio il coprifuoco sarà alle 24 e non alle 23.

Coppa Italia, coprifuoco alle 24 per i tifosi presenti allo stadio

Gli spettatori presenti a Reggio Emilia per sostenere Atalanta e Juventus in occasione della finale di Coppa Italia potranno godere di un’ora in più di libertà: per loro il coprifuoco è alle 24, ma solo per la serata di mercoledì 19 maggio.

L’ordinanza firmata da Speranza prevede il coprifuoco dalle 24 alle 5 del mattino: “Esclusivamente nella giornata di oggi e in relazione allo svolgimento della Finale di Coppa Italia che si terrà a Reggio Emilia”.

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo trasloca le sue auto di lusso da Torino nella notte: verso l’addio alla Juventus?

La Lega Serie A ha spiegato la decisione in una nota. Nel documento si legge: “Al fine di consentire il regolare deflusso del pubblico ed evitare la formazione di assembramenti nei punti di uscita dall’impianto Mapei Stadium di Reggio Emilia, il ministro della Salute ha firmato un’ordinanza, valida esclusivamente nella giornata del 19 maggio 2021 e in relazione allo svolgimento della finale di Coppa Italia TimVision 2020/2021 che si terrà a Reggio Emilia, per posticipare l’inizio del limite orario agli spostamenti (cosiddetto coprifuoco) alle ore 24″.

Coppa Italia, coprifuoco posticipato e ritorno allo stadio

4500 tifosi, tra bianconeri e atalantini, rianimeranno finalmente il Mapei Stadium. La finale di Coppa Italia diventa così simbolo della tanto auspicata ripartenza, voluta da tutti e bramata da tempo. Da Bergamo e da Torino molti tifosi sono arrivati nel capoluogo emiliano già alla vigilia della partita. Nella serata di martedì 18 maggio, infatti, una delegazione di oltre duecento ultras della Curva Nord Bergamo si è radunata davanti all’hotel che ospita la Dea per accogliere la squadra al suo arrivo e incitarla.

Per la serata il Mapei Stadium sarà occupato al 20% di capienza. Sono 4500 i posti assegnati, divisi tra le due tifoserie. Quella juventina sarà nella Tribuna Sud, quella atalantina nella Nord. Ogni società ha stabilito i criteri per la vendita dei biglietti.

L’Atalanta ha voluto riservare 150 posti ai sindaci della provincia di Bergamo, il resto dei biglietti è stato messo in vendita online, con possibilità riservata solo agli abbonati della scorsa stagione: tutto esaurito in meno di tre ore. Sui social, molti tifosi della Dea hanno condiviso le foto del ticket e mostrato il grande entusiasmo per il ritorno allo stadio, desiderosi di sostenere la propria squadra.

La finale di Coppa Italia costituisce quindi una prova generale in vista dei prossimi Europei, che si disputeranno in giugno allo stadio Olimpico di Roma, scelto per ospitare il Girone A (Italia, Turchia, Galles e Svizzera) e uno dei quarti di finale.

Coppa Italia, coprifuoco posticipato e altre regole

Per accedere al Mapei Stadium il pubblico dovrà scaricare “Mitiga”. Si tratta di un’app gratuita per smartphone realizzata per eventi di questo tipo.

Sull’applicazione è possibile inserire tutti i dati richiesti per l’ingresso allo stadio. Infatti, è possibile caricare il biglietto per la partita e la certificazione sanitaria che attesti di aver eseguito un test diagnostico dall’esito negativo (effettuato 48 ore prima della partita) o una certificazione che dimostri il completamento della vaccinazione. Per essere accolti allo stadio è permesso anche caricare sull’app un certificato che attesti la guarigione dal Covid-19 (non più di sei mesi fa, quindi dal 19 novembre 2020).

Ai tornelli dello stadio bisognerà esibire il documento d’identità, avere la mascherina e mostrare lo smartphone con QR code Mitiga, che una volta terminato il processo apparirà di colore verde. La mascherina dovrà essere indossata anche sugli spalti, dove sarà mantenuto il distanziamento tra i tifosi.

Contents.media
Ultima ora