×

Cosa sappiamo delle manovre russe in Donbass, ecco dove si sta stringendo la morsa

Dopo la scelta strategica di abbandonare l'area di Kiev ecco cosa sappiamo delle manovre russe in Donbass e dove si sta stringendo la morsa

Soldati ucraini su una strada di accesso in Donbass

Manovre russe in Donbass, poi direttrici e i punti chiave della nuova offensiva nell’Est dell’Ucraina per la “spallata finale”, ecco dove si sta stringendo la morsa di Mosca su quella parte di Ucraina che ormai considera prioritaria. Pochi giorni fa le truppe russe si sono ritirate dalla regione di Kiev per concentrare i propri sforzi a Sud e a Est, i combattimenti continuano soprattutto in Donbass.

E il Ministero della Difesa del Regno Unito spiega che lì “si intensificheranno nelle prossime due o tre settimane. La Russia continua a concentrare in quell’area i suoi sforzi”.

Cosa sappiamo delle manovre russe

E ci sarebbe un report dell’Intelligence inglese che spiega: “Gli attacchi russi rimangono concentrati sulle posizioni ucraine vicino alle Repubbliche separatiste di Donetsk e Luhansk con ulteriori combattimenti intorno a Kherson e Mykolaiv e una nuova spinta verso Kramatorsk“.

Quindi i punti raccolta sono cambiati, perciò “le forze russe continuano a ritirarsi dalla Bielorussia per ridispiegarsi a sostegno delle operazioni in Ucraina orientale”.

Prima Mariupol, poi la tenaglia da Izyum

Ci sono snodi importanti da prendere prima di arrivare in Donbass, quali? Mariupol, ad esempio, che seppur accerchiata dal nemico “continua la propria eroica difesa”. La nuova strategia di Mosca è stata confermata anche da un briefing tenuto da un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti, John Kirby, al Pentagono.

E la prova provata delle nuove direttrici? La volontà dei russi di conquistare la città ucraina di Izyum, dove è apparso un convoglio di veicoli militari lungo 8 miglia: “Non ci è chiaro quanti mezzi vi partecipino e che cosa esattamente trasportino“.

Contents.media
Ultima ora