Roma, a fuoco ultimo impianto raccolta rifiuti Ama | Notizie.it
Roma, a fuoco ultimo centro raccolta rifiuti Ama
Cronaca

Roma, a fuoco ultimo centro raccolta rifiuti Ama

L'incendio, scoppiato in serata, è stato spento in circa tre ore. A fuoco l'ultimo centro dell'Ama per la raccolta dei rifiuti indifferenziati

Ancora rifiuti in fiamme a Roma. Nella notte è infatti andato a fuoco il centro di trattamento della spazzatura di Rocca Cencia, unico sito di proprietà dell’Ama ad essere rimasto aperto dopo il rogo che verso la fine del 2018 aveva colpito un capannone adibito a deposito dei rifiuti situato lungo la Via Salaria. Bruciando tutti i circa 2000 metri quadrati della struttura, e sollevando forti preoccupazioni dei residenti circa la densa nube di fumo sviluppata.

L’intervento dei Vigili del Fuoco

Una volta giunti sul posto, cinque squadre di Vigili del Fuoco hanno aggredito l’incendio, riuscendo a domarlo in circa 3 ore impedendo quindi che andasse alle fiamme l’intera struttura, ampia circa 2000 Metri quadri. Dopo aver domato le fiamme, i Pompieri hanno avviato le operazioni di raffreddamento e bonifica.

Sul posto il Sindaco Virginia Raggi

Sul posto è giunto anche il Sindaco della capitale Virginia Raggi, raggiunta dalla notizia dell’incendio mentre si trovava ospite della trasmissione “Non è l’Arena”, condotta da Massimo Giletti e in onda su La7.

Nel corso del talk show si è anche toccato il tema dei rifiuti. “Dietro l’incendio del Tmb Salario”, ha affermato la Raggi, “Mi sembra che la magistratura stia indagando. Adesso ce n’è un’altro”. La Raggi ha poi aggiunto come “Oltre al Tmb Salario, e oltre a questo nuovo episodio, ricordo i 600 cassonetti bruciati da quando ci siamo insediati, per un danno di circa 500.000 Euro”.

E quando interrogata da Giletti sulle reali difficoltà della città nell’affrontare il tema dei rifiuti, il primo cittadino ha risposto che “Cosa c’è dietro magari lo scoprirà la magistratura. Io so che i rifiuti rendono tanto, allora quando si parla di riduzione dei rifiuti, di riciclo spinto, un determinato sistema che ha prosperato per oltre 60 anni a Roma e in Italia, non ci sta”.

Avviate le indagini sulla causa dell’incendio

Una volta arrivata presso il luogo dell’incendio, Virginia Raggi ha affermato che “È il secondo incendio in pochi mesi. Se questo è un attacco e non un incidente, chi lo ha provocato deve sapere che non ci fermeremo e non ci piegheremo”. Aggiungendo poi che “I Carabinieri indagano, e nei prossimi giorni ci saranno sicuramente degli sviluppi”.

Bisogna ora valutare quali saranno gli effetti dell’incendio sulle capacità di raccolta e smaltimento rifiuti della capitale, già in serie difficoltà prima dell’incendio. I mezzi destinati presso il centro, destinato alla raccolta dei rifiuti indifferenziati, saranno per il momento destinati verso gli impianti di Malagrotta.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche