×

Coronavirus, festino a Salerno nonostante i divieti: denunciati in 5

Condividi su Facebook

Denunciati 5 giovani in provincia di Salerno per aver organizzato un festino nonostante i divieti per il Coronavirus.

Coronavirus, denunciati a Salerno 5 giovani per un festino

Nonostante i divieti per l’emergenza Coronavirus, 5 ragazzi hanno organizzato un festino a base di alcol e droga. È successo a Casalbuono, in provincia di Salerno, dove quattro studenti ed un operatore socio sanitario non hanno resistito a violare le indicazioni per evitare la diffusione del virus. I giovani, di età compresa dai 22 ai 26 anni, devono ora rispondere di una doppia denuncia: una per inosservanza delle misure di contenimento e prevenzione dell’emergenza Coronavirus, l’altra per uso personale di sostanze stupefacenti.

Coronavirus: 5 denunciati per un festino a Salerno

Non hanno resistito a violare le misure di contenimento per l’emergenza del virus cinese. Così 5 giovani dai 22 ai 26 anni hanno organizzato un festino in una ex struttura ricettiva a Casalbuono, in provincia di Salerno. Il gruppo era composto da 4 studenti e un operatore socio sanitario.

I 5 giovani si sono incontrati nella sera di giovedì 12 marzo, per divertirsi con alcol e droghe. A sorprenderli sono stati i carabinieri della compagnia di Sala Consilina. Una pattuglia stava svolgendo i controlli a tappeto posti in essere per garantire il rispetto del provvedimento governativo necessario ad arginare l’epidemia di Covid-19.

Ora i quattro studenti e l’operatore socio sanitario devono rispondere di doppia denuncia. Oltre che per uso personale di sostanze stupefacenti, i 5 giovani sono stati segnalati infatti per inosservanza delle misure di contenimento e prevenzione dell’emergenza Coronavirus.

Violazione delle misure di contenimento del Covid-19

I 5 giovani in provincia di Salerno non sono certo stati i primi a violare le misure messe in atto per limitare la diffusione del Covid-19.

Le forze dell’ordine, infatti, hanno già dovuto assegnare numerose multe a diversi cittadini colti a trasgredire i vari divieti. Nel milanese, per esempio, un ragazzo è stato multato perché si trova fuori casa senza uno dei motivi per cui è ammesso lo spostamento. Il giovane, infatti, stava andando a trovare la fidanzata. I carabinieri che lo hanno intercettato non hanno potuto risparmiarlo.

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Andrea Ienco

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.

Leggi anche