×

Coronavirus, in Italia indice Rt sotto 1: ma necessario distanziamento

Condividi su Facebook

Secondo le ultime rilevazioni dell'Iss e del Ministero della Salute, l'indice di contagio Rt in Italia continuerebbe a essere inferiore a 1.

In Italia l’indice di contagio Rt continua essere inferiore a 1, almeno secondo gli ultimi report dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute che hanno analizzato l’evoluzione della pandemia nel nostro Paese nell’arco di tempo che va dal 22 al 28 giugno.

Le rilevazioni mostrano tuttavia come l’indice Rt delle singole regioni sia in realtà molto variegato, con zone dove quest’ultimo risulta superiore al valore 1 in corrispondenza dei focolai emersi nelle ultime settimane.

In Italia indice di contagio inferiore a 1

Secondo quanto riportato nella relazione congiunta dell’Iss e del Ministero della Salute, la situazione nel nostro Paese rimane a bassa criticità: “Con una incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni (dal 15 al 28 giugno) di 4,7 per 100.000 abitanti. A livello nazionale, si osserva una lieve diminuzione nel numero di nuovi casi diagnosticati e notificati al sistema integrato di sorveglianza coordinato dall’Istituto superiore di sanità rispetto alla settimana di monitoraggio precedente, con Rt nazionale inferiore a 1″.

Sempre stando al report persiste l’assenza di situazioni di sovraccarico dei servizi assistenziali, anche se la continua segnalazione di nuovi casi indica come la pandemia non se ne sia ancora andata dall’Italia. Si suggerisce pertanto di mantenere ancora alta l’attenzione e di continuare con i protocolli di distanziamento sociale anche alla luce dei dati di Veneto, Lazio ed Emilia-Romagna dove l’indice Rt e salito sopra 1.

Necessario mantenere il distanziamento

Per quanto riguarda proprio il mantenimento dei protocolli di contenimento anti coronavirus, il report dell’Iss raccomanda di: “Mantenere elevata l’attenzione e continuare a rafforzare le attività di testing-tracing-tracking in modo da identificare precocemente tutti i potenziali focolai di trasmissione e continuare a controllare l’epidemia. È fondamentale mantenere elevata la consapevolezza della popolazione generale sulla fluidità della situazione epidemiologica e sull’importanza di continuare a rispettare in modo rigoroso tutte le misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.