×

Centocelle, genitori: “Bimbi in classe su cuscini portati da casa”

Condividi su Facebook

I genitori di alcuni bambini che frequentano una scuola di Centocelle hanno denunciato le condizioni in cui hanno dovuto fare lezione i figli.

Scuola
Scuola

I genitori degli alunni della scuola elementare del plesso Renzo Pezzani dell’Istituto comprensivo Artemisia Gentileschi a Centocelle hanno deciso di denunciare le condizioni in cui stanno facendo lezione i loro figli. Ad accogliere il loro sfogo è stato il sito Fanpage.it, a cui hanno raccontato quello che sta accadendo in questa scuola di periferia in cui i banchi non sono arrivati e gli studenti stanno studiando seduti su cuscini portati da casa.

La denuncia dei genitori a Centocelle

La notizia che mancassero i banchi all’inizio dell’anno scolastico era già nell’aria da mercoledì scorso, anche se non comunicata ufficialmente. Abbiamo chiesto per due volte un incontro con la dirigente scolastica, che non ci è stato concesso, mentre la scuola ci ha fissato un appuntamento con il responsabile del plesso che ci ha spiegato come i banchi nuovi al momento non ci sono” ha spiegato la mamma di un bambino iscritto in prima elementare.

I bambini, per il primo giorno di scuola, si sono presentati ognuno con il proprio cuscino. “Ai genitori è stato chiesto di fornire al proprio bambino un cuscino per portarlo a scuola e riportarlo a casa ogni giorno, perché in classe non possono lasciare nulla. Alla dirigente scolastica vorremmo domandare di fare richiesta al Ministero per una classe in più con meno alunni e docenti fissi, perché con la classe mista, in caso di un eventuale caso di coronavirus, sarebbero coinvolte sessanta famiglie e la possibilità di poter utilizzare i banchi vecchi in attesa dei nuovi” ha spiegato la mamma.

Fanpage ha cercato di contattare la dirigente scolastica, senza avere alcuna risposta. Il secondo giorno di scuola sono arrivati alcuni banchi, ma sono ancora troppo pochi rispetto ai bambini, che devono sedersi a turno durante la giornata. Una storia che attira senza dubbio l’attenzione, come è accaduto per la scuola di Genova in cui i bambini sono stati in ginocchio in classe. Riguardo questa foto il dirigente scolastico Renzo Ronconi ha precisato che anche se non ci sono ancora i nuovi banchi, ci sono ancora quelli vecchi ma non erano stati messi semplicemente per avere lo spazio di dedicare il primo giorno a festeggiamenti e attività divertenti.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.