×

Covid Abruzzo: Atessa e altri comuni in zona rossa

Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, firmerà una nuova ordinanza, che prevede la zona rossa per alcuni comuni.

Ragazzi abruzzesi

Alcuni comuni della Regione Abruzzo passeranno in zona rossa. Il tutto sarà formalizzato tramite un’ordinanza firmate a breve dal presidente Marco Marsilio. I territori interessati saranno quelli di Atessa, San Giovanni Teatino e Tocco da Casauria. Una decisione presa dal Comitato Tecnico Scientifico regionale.

L’ordinanza dovrebbe essere operativa a partire dalla mezzanotte del 7 febbraio. Ricordiamo come in data 6 febbraio si registrano 509 nuovi positivi di un’età compresa tra 2 e 90 anni: 46 in provincia dell’Aquila, 103 in quella di Chieti, 303 a Pescara e 72 a Teramano.

La Regione Abruzzo tra zona rossa e gialla

Ufficialmente, l’Abruzzo rimane in zona gialla fino al 14 febbraio. Tuttavia, visto il numero di contagi non indifferente, è stato disposto un trattamento speciale per almeno tre comuni, che passeranno a zona rossa.

L’ordinanza, che sta per essere firmata dal presidente Marco Marsilio, prevede tale disposizione per Atessa, San Giovani Teatino e Tocco da Casauria. Su tutto il territorio regionale rimangono vietati assembramenti in piazza e nei centri storici.

Ritorno alla DAD

Dall’8 febbraio prossimo riparte la DAD nelle scuole abruzzesi. Lezioni in presenza sospese per almeno 14 giorni presso le scuole secondarie di secondo grado della regione. Si attende in giornata la disposizione di Carlo Masci, sindaco di Pescara, per contenere nel comune la diffusione dei contagi nelle scuole primarie e secondarie di primo grado della variante inglese.

Nonostante permanga la zona gialla nella regione (tranne per le eccezioni già menzionate) si ricorda come sia ancora obbligatorio il distanziamento sia nei luoghi pubblici che privati, così come gli ingressi contingentati in tutti i locali commerciali e la quarantena di almeno due settimane prima di poter rientrare in comunità.

Contents.media
Ultima ora