×

Denise Pipitone, chi è la ragazza di Scalea che somiglia alla bimba di Mazara del Vallo

Una ragazza romena molto somigliante a Denise Pipitone è stata avvistata a Scalea: chi è la giovane che potrebbe essere la bimba di Mazara del Vallo.

Scalea
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

Un nuovo avvistamento di una ragazza somigliante a Denise Pipitone ha condotto le forze dell’ordine a effettuare alcuni accertamenti a Scalea, in Calabria. Nella giornata di lunedì 10 maggio, infatti, una donna residente nel comune calabrese ha contattato i carabinieri asserendo di aver visto una ragazza dai lineamenti molto simili a quelli che dovrebbe avere la figlia di Piera Maggio da adulta.

Denise Pipitone, l’avvistamento a Scalea

In seguito alla riapertura del caso relativo alla scomparsa di Denise Pipitone da parte della procura di Marsala, proseguono le indagini finalizzate al ritrovamento della bambina rapita da Mazara del Vallo nel 2004.

I magistrati stanno lavorando assiduamente per riesaminare la prima inchiesta e per comprendere se siano stati commessi depistaggio o errori nel corso dei primi giorni di ricerche. In questo contesto, si inserisce la nuova segnalazione ricevuta dai carabinieri inerente all’avvistamento di una giovane molto simile alla piccola Denise Pipitone.

La segnalazione è stata indicata da una donna di Scalea, in provincia di Cosenza, che ha casualmente incontrato una ragazza di origine romena, estremamente somigliante alla figlia di Piera Maggio, e che ha dichiarato di chiamarsi Denise. Questa ed altre coincidenze, quindi, hanno spinto la donna a rivolgersi alle forze dell’ordine.

Denise Pipitone, chi è la ragazza di Scalea che somiglia alla bimba di Mazara del Vallo

In seguito all’avvistamento, i carabinieri hanno rapidamente provveduto a rintracciare la ragazza di origine rom e a contattarla per sottoporle alcune domante preliminari.

La giovane è stata accolta e ascoltata per la prima volta, in caserma, nella giornata di lunedì 10 maggio.

In relazione alle informazioni sinora rilasciate, è stato comunicato che la ragazza, attualmente residente a Scalea, ha trascorso la sua adolescenza presso un istituto religioso situato in provincia di Cosenza mentre avrebbe un’età dichiarata pari a 19 anni. Qualora il dato anagrafico dovesse essere confermato, un tale elemento sarebbe sufficiente a scartare l’ipotesi che la giovane sia Denise Pipitone in quanto la piccola svanita a Mazara del Vallo dovrebbe avere compiuto ormai i 21 anni.

Nonostante entrambe le ragazze condividano il medesimo nome, quindi, appaiono scarse le possibilità che possano essere la stessa persona. La 19enne, inoltre, ha fornito alle forze dell’ordine i riferimenti per rintracciare i suoi genitori che, attualmente, non vivono con lei.

Intanto, gli inquirenti stanno valutando l’ipotesi di sottoporre la giovane all’esame del DNA mentre le indagini proseguono seppur nel massimo riserbo. A questo proposito, infatti, l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, ha spiegato: “La procura con noi non parla, è un muro”.

Denise Pipitone, le dichiarazioni della 19enne di Scalea

Intanto, la 19enne Denise, contattata da Chi l’ha visto?, ha negato di poter essere la figlia di Piera Maggio e Pietro Pulizzi, asserendo: “Non sono io Denise Pipitone”.

Intervistata, poi, anche da Barbara d’Urso nel corso della puntata di Pomeriggio Cinque, la ragazza ha nuovamente affermato di non poter essere lei la bambina di Mazara del Vallo, raccontando: “Fino all’età di sei anni e mezzo ho vissuto in Romania, dove sono nata da genitori romeni – e ha aggiunto – vivo in Italia dal 2009”.

Infine, quando le è stato chiesto se fosse disponibile a sottoporsi al test del DNA, la 19enne ha risposto: “, se serve per poter confermare ulteriormente che non sono la ragazza che cercano”.

LEGGI ANCHE: Incidente a Milano Marittima: Leonardo Mancuso morto a 17 anni in sella alla sua moto

Contents.media
Ultima ora