×

Denise Pipitone, lettera anonima con nuove rivelazioni inviata all’avvocato Frazzitta

Una lettera anonima contenente nuove informazioni sulla scomparsa di Denise Pipitone è stata recapitata all'avvocato Frazzitta.

Denise Pipitone lettera anonima

Giacomo Frazzitta l’avvocato della madre di Denise Pipitone, ha reso noto di aver ricevuto una lettera anonima dando informazioni nuove sul caso della bimba scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004. Il suo appello è quello di farsi avanti.

Denise Pipitone: la lettera anonima

Il legale ha affermato di aver ricevuto presso il suo studio una lettera da parte di “una persona che dopo 17 anni ha avuto il coraggio e il senso civico di dare informazioni nuove“. L’invito è quello a fare un altro passo e a farsi sentire pur nella massima riservatezza in modo da consentire agli inquirenti di avere ulteriori dettagli e verificare le segnalazioni fornite.

Denise Pipitone, lettera anonima: l’appello dell’avvocato

L’avvocato lo ha anche annunciato durante la trasmissione “Chi l’ha visto?” in onda su Rai Tre. “Noi lo ringraziamo per il suo senso civico e chiediamo un ulteriore sforzo, è importante che si faccia sentire in qualche modo”. La missiva anonima, ha aggiunto, contiene informazioni concrete che non erano state riferite mediaticamente sulla scomparsa di Denise Pipitone.

A condividere il suo appello affinché l’autore della lettera contatti il legale o la famiglia è stata anche la madre della piccola Piera Maggio: “La serietà nell’appello dell’avvocato Giacomo Frazzitta in questo momento non deve indurre nessuno a conclusioni sbagliate.

Grazie“.

Denise Pipitone, lettera anonima: gli ultimi aggiornamenti sul caso

Intanto si continua a indagare sulla caso dopo la riapertura delle indagini da parte della Procura. Diverse le ultime piste seguite, tra cui la segnalazione di una ragazza calabrese somigliante a Denise che, dopo essere stata interrogata dai magistrati, ha però negato di essere la figlia di Piera Maggio e Piero Pulizzi.

Si è inoltre tornati anche su una testimonianza che arrivò all’epoca della scomparsa da parte di un anziano sordomuto secondo cui “Denise Pipitone è stata rapita da due uomini e portata via in moto e poi in barca”. Gli esperti hanno infatti nuovamente analizzato il video dell’interrogatorio da cui sono emerse molte informazioni che sarebbero state perse per una errata traduzione da parte dell’interprete della lingua dei segni che non avrebbe ben compreso i gesti dell’uomo. L’avvocato Frazzitta ha dichiarato che anche lui avevano avuto dei dubbi su come venne raccolta la testimonianza di Battista Della Chiave.

Contents.media
Ultima ora